BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 omessi triplici elementi triplici condizionanti (novità, affermazioni)

Tre elementi dimenticati ma che potrebbero avere importante impatto su evoluzioni politiche generali e rilancio di novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità tre elementi dimenticati



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:10): Si preannuncia, dunque, nonostante le tante mosse che ci saranno in estate per le novità per le pensioni e in generale, una sorta di tregua armata, al massimo sottorenea, perchè nelle ultime notizie e ultimissime continueranno ad esserci questi argomenti, ma i veri elementi condizionanti potranno essere ben altri dopo l'estate.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 02:01) Tutte le decisioni, dunque, che si potrebbero fare su più aspetti per le novità per le pensioni o condizionanti le stesse potrebbero, dunque, rivelarsi inutili in base agli esiti nelle ultime notizie e ultimissime di questi tre elementi

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:56): E nonostante siano così influenti e condizionanti per le novità per le pensioni e in generale sembra siano scordati da tutti o quasi tutti presi dai propri interessi nelle ultime notizie e ultimissime in modo, forse, mai visto quando, invee, proprio adesso ci si dovrebbe concetrare per il rilancio del bene comune senza retorica.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:04): I tre elementi possono condizionare tutti le decisioni a livello centrale con influenze sulle novità per le pensioni e due anche a livello locale dove sempre di più nelle ultime notizie e ultimissime si prendono decisioni per le stesse. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15):  Vi sono tre elementi che appaino dimenticati ma che influenzeranno su differenti livelli più aspetti tra cui le novità per le pensioni e le cui evoluzioni nelle ultime notizie e ultimissime sono tutte da comprendere. 

Nel processo di riorganizzazione delle diverse forze e in vista di possibili alleanze nella prospettiva di prossime elezioni per il raggiungimento di una maggioranza certa e di una governabilità piena, secondo le ultime notizie, vi sarebbero tre elementi importanti, che potrebbero fortemente condizionare l’organizzazione proprio delle diverse forze, avere ripercussioni su alleanze e scelte dei leader, ma che sembrano essere stati dimenticati. Stiamo parlando di:

  1. prossime elezioni in programma in Sicilia;
  2. prossime consultazioni popolari in Lombardia e Veneto;
  3. evoluzione della vicenda Consip.

Elezioni in Sicilia e possibili ripercussioni su novità per le pensioni

Stando a quanto riportano le ultime notizie, la situazione in Sicilia in vista delle prossime elezioni regionali che si terranno a novembre è piuttosto caotica. E dalle rivelazioni statistiche finora condotte, sembra che si stia andando verso un forte astensionismo, dovuto ad una mancanza di fiducia da parte dei cittadini nei confronti dei candidati delle diverse forze. Una situazione decisamente deludente ma che fondamentalmente è specchio di una chiara situazione di difficoltà delle stesse forze. Del resto, a parte i pentastellati, che in Sicilia continuano ad essere particolarmente apprezzati, le altre forze non sembrano trovare una giusta quadra al momento. Se la fiducia dovesse davvero essere rinnovata ai pentastellati, potrebbe rappresentare il primo passo verso la riconquista del potere degli stessi, decisamente caduti dopo le ultime notizie sugli esiti delle recenti elezioni comunali.

Dal canto suo, anche nella singola realtà siciliana, il centrosinistra si sta riorganizzando, con una forza alternativa. L’esito delle regionali siciliani, ma ancora prima, delle riorganizzazioni politiche, potrebbero avere chiaramente un peso a livello nazionale, anche nel rilancio delle iniziative urgenti, come misure di sostegno e novità per le pensioni. E probabilmente a livello locale, per riuscire a recuperare fiducia e consensi si potrebbe rilanciare proprio su misure sociali e novità per le pensioni che, ricordiamo, in Sicilia sono già state avviate. E’, infatti, già partita la novità per le pensioni di quota 100 per l’avvio di un interscambio proprio di dipendenti provinciali e regionali. E questo esempio, volendo, potrebbe essere esteso anche a livello nazionale.

Prossime consultazioni popolari in Lombardia e Sicilia

Il prossimo mese di ottobre, poi, in Lombardia e Veneto si dovrebbe votare, stand a quanto riportano le ultime notizie, per la consultazione popolare sull'indipendenza delle due regioni. Un voto che si preannuncia decisamente importante e che potrebbe portare ad una ennesima spaccatura del nostro Paese in un momento in cui ulteriori divisioni non servirebbero proprio. Al contrario: si dovrebbe andare verso l'unione di obiettivi e intenti condivisi per un rilancio dell'economia generale del nostro Paese, tale da permettere un generalizzato miglioramento delle condizioni di vita di tutti i cittadini. Ma l'ombra di una possibile separazione di Lombardia e Veneto non si prospetta affatto positiva, anche se si tratta di un  voto per l’autonomia che nulla ha a che fare con la secessione. L’obiettivo delle regioni è quello di ottenere maggiori compiti, diventando quasi regioni a statuto speciale come Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Sicilia, Sardegna. Resterà da capire quale impatto l’esito di tali consultazioni popolari potrà avere a livello di organizzazione politica nazionale e sulle questioni di principale interesse dei cittadini, da occupazione a imposte, novità per le pensioni e misure di sostegno.

Vicenda Consip, evoluzioni e possibili impatti

Importanti ripercussioni su riorganizzazione del centrosinistra e tenuta stessa dell’attuale esecutivo potrebbe avere l’evoluzione della vicenda Consip che, come ormai ben noto, nel corso dei mesi ha coinvolto autorevoli esponenti dello stesso esecutivo, come il responsabile del Dicastero dello Sport, quindi il padre del segretario della maggioranza e autorevoli personalità militari dello Stato italiano. Stando a quanto riportano le ultime notizie, nelle prossime settimane, e forse mesi, le evoluzioni interesseranno il filone delle rivelazioni a favore degli indagati. Saranno ascoltati ministro dello Sport e probabilmente anche il segretario dell’attuale maggioranza. Secondo le ultime notizie, le indiscrezioni sulle indagini prima di essere rese pubbliche sarebbero arrivate agli stessi indagati. E si pensa che in questo meccanismo sia coinvolto proprio il segretario dell’attuale maggioranza insieme ad esponenti del suo ex esecutivo.

Ma si tratta di accuse che lo stesso segretario respinge. Bisognerà chiarire situazioni e posizioni per capire dove sia davvero la verità, sempre che si riesca effettivamente a far chiara luce sull’intera vicenda. Di certo c’è che in base alle sue evoluzioni, chiaramente si potrebbero aspettare diverse ripercussioni sull’intero scenario politico generale che potrebbe portare anche ad una caduta dell’attuale esecutivo, soprattutto alla luce delle ultime notizie su una possibile ulteriore scissione che si starebbe profilando all’interno del centrosinistra. La situazione appare piuttosto complicata, mentre però, secondo le ultime notizie, comunque ci si starebbe organizzando in vista di prossime elezioni, anche con la definizione di punti prioritari su cui giocarsi la vittoria. E sembra che le priorità su cui si punterà saranno soprattutto taglio delle imposte per le famiglie ma anche novità per le pensioni, come quota 100 e quota 41 per tutti, e introduzione dell’assegno universale.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il