BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie tre atti finta approvazione paradossale mini pensioni, quota 41, quota 100

Via libera al primo dei tre decreti attuativi attesi per le ultime novità per le pensioni: cosa prevede e informazioni ulteriori

Pensioni ultime notizie tre atti finta a

pensioni novità approvazione un decreto atti finali



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:17): Quale motivo ci potrebbe essere di ritardo per le novità per le pensioni senza atti ancora al momento oltre ai problemi gravi delle tempistiche che potrebbero far slittare nella paeggior dei casi l'apprvazione finale come spiegato ad inizio 2018....? Per la mancanza degli atti per le mini pensioni con oneri e quota 41 il problema sembra derivare nel primo caso alla mancanza di accordi con istituti e polizze per interessi e assicurazioni e problemi di procedure. E questi ultimi potrebbero essere quelli che limitano anche quota 41, dove però, c'è ancora più confusione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:57): Non è una finta approvazione di queste novità per le pensioni, ma poco ci manca se ci si riflette bene. Da una parte sull'unico atto finale approvato, manca tutto un iter ancora da completare con due controlli di budget e una serie di comunicazioni per le spiegazioni esplicative. Il secondo e terzo atto ancora non presenti sui radar nelle ultime notizie e ultimissime. E, dunque, come si può dire che siano stati approvati, anche solo il primo, se mancano ancora tanti elementi e le tempistiche sono lunghe e il sentiero assai stretto?

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:24): Se tutto andrà bene, nel verso giusto, le novità per le pensioni potranno che arrivare a novembre-dicembre o se andrà peggio anche a Gennaio prossimo nonostante nelle ultime notizie e ultimissime si continui a dire il contrario. Ma è solo un semplice conteggio di tempistiche.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:47): E adesso tutti a chiedersi quali saranno i tempi di introduzione di queste novità per le pensioni ovvero quando sarà possibile fare richiesta per l'accesso alle mini pensioni senza oneri. Ci sono indicazioni contrastanti tra ultime e ultimissime notizie che promettono scadenze a breve termine, almeno per questo metodo, e altre che disegnano un quadro meno rassicurante.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:30): Non è immediato come ben si sapeva già che una volta approvato un atto per le novità per le pensioni, questo diventi subito operativo. Ma ci sono tanti ulteriori quesiti dopo questa approvazione, nelle ultime notizie e ultimissime, tra le tempistiche prossime, quando si potrà fare richiesta e altro ancora.

E' stato approvato un decreto attuativo dei tre attesi sulle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, uno solo relativo alla mini pensione senza oneri e per cui si prospetta un iter lungo almeno una ventina di giorni tra passaggio da Consulta, a Magistratura Contabile a pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Stando alle ultime notizie, il decreto approvato riguarderebbe  la mini pensione senza oneri per permettere di andare in pensione anticipata a tutti i nati fra il 1951 e il 1953, anticipando la pensione finale fino a tre anni, purchè appartenenti alle categorie di persone cosiddette svantaggiate come:

  1. chi è rimasto senza impiego;
  2. invalidi e malati gravi;
  3. coloro che sono impegnati in occupazioni cosiddette faticose.

Cosa prevede il decreto attuativo approvato

Il primo dei tre decreti attuativi approvato prevede il via libera ufficiale alle ultime novità per le pensioni di mini pensione senza oneri per coloro che hanno particolare bisogno di sostegno, le cosiddette categorie di persone svantaggiate. Nonostante si continui a dire che le ultime novità per le pensioni saranno in vigore dal prossimo primo maggio, e per il momento fino al 31 dicembre 2018, considerando che si tratta di novità per le pensioni ancora una volta in via sperimentale, sarà piuttosto difficile che si potranno iniziare davvero ad inviare le richieste a partire dal prossimo primo maggio. Stando alle ultime notizie, infatti, i tempi saranno di circa 15-20 giorni, ma è possibile che si allunghino anche, con la prospettiva di due possibilità e cioè di invio della richiesta tra settembre-ottobre con approvazione entro dicembre-gennaio, o di invio richieste tra giugno-luglio prossimo con approvazione entro il prossimo novembre. Il nuovo calendario per le novità per le pensioni potrebbe, dunque, prospettarsi del tutto diverso, come accaduto per la staffetta, rimandando tutto a dopo l’estate.

Requisiti per la novità per le pensioni di mini pensione senza oneri

La mini pensione senza oneri permette di anticipare l’età pensionabile di tre anni, avendo maturato 30 o 36 anni di contributi, solo a determinate categorie di persone svantaggiate. In particolare, possono accedere alla mini pensione senza oneri:

  1. coloro che sono rimasti senza occupazione e abbiano almeno 30 anni di contributi, a condizione di aver esaurito da almeno tre mesi tutti i sussidi di disoccupazione;
  2. gli invalidi che abbiano maturato almeno 30 anni di contributi e abbiano una percentuale di invalidità dal 74% in su, e vale anche per parenti che assistono da almeno sei mesi parenti invalidi di primo grado, come figli o genitori, o coniuge convivente;
  3. coloro che sono impegnati in occupazioni faticose che abbiano maturato 36 anni di contributi e svolgano una delle attività inquadrate come faticose.

La lista di delle occupazioni faticose i cui impiegati possono richiedere la mini pensione senza oneri comprende:

  1. infermiere ed ostetriche;
  2. lavoratori impiegati nel settore edile;
  3. facchini;
  4. maestre d’asilo nido ed educatori di asilo;
  5. addetti all'assistenza personale di persone non autosufficienti;
  6. macchinisti e personale viaggiante ferroviario;
  7. autisti di mezzi pesanti e camion;
  8. lavoratori addetti all’estrazione e alla lavorazione dell’amianto;
  9. lavoratori addetti alla lavorazione dell’amianto;
  10. conduttori di gru, di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni;
  11. conciatori di pelli e di pellicce.

Chi richiederà la mini pensione senza oneri riceverà direttamente dall’ente di gestione delle pensioni un importo pari a quello del trattamento pensionistico certificato al momento della richiesta, fino ad un importo massimo di 1.500 euro lordi. La richiesta per la mini pensione senza oneri dovrà essere effettuata presentando all’ente di gestione delle pensione tutta la documentazione necessaria per accertare la sussistenza dei requisiti richiesti e lo stesso ente provvederà poi ad effettuare le verifiche relative a stato anagrafico e contributivo del richiedente.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il