BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 differenti attese da Maggioranza Assemblea

Cosa aspettarsi dalla nuova Assemblea della Maggioranza e aspettative su rilancio di novità per le pensioni: le attese

 Pensioni ultime notizie mini pensioni,

pensioni novità attesa prossima Assemblea Maggioranza



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:30): La maggioranza prova a trovare compattezza, anche su quei temi come le novità per le pensioni per cui non si registra una presa di posizione unitaria. In realtà, l'unità serve innanzitutto per fare una conta nelle ultime notizie e ultimissime ovvero capire chi è vicino alle posizioni del segretario che dal punto di vista numerico è sempre davanti a tutti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:30): Altra attesa, altra corsa, con decisioni che al massimo potrebbero aiutare le novità per le pensioni nel processo di cammino verso le urne, ma probabilmente, salvo sorprese, si tenderà all'ennesimo rinvio. Nell'imminente riunione dell'assemblea, la maggioranza è piuttosto alla prese con un processo di riorganizzazione da cui non si può sottrarre sia perché sta attraversando una fase critica e sia perché rappresenta il passaggio preliminare prima di redigere un progetto complessivo.

E’ in programma tra 24 ore circa la nuova attesa Assemblea della Maggioranza, appuntamento nei confronti del quale non si nutrono particolari aspettative, considerando che le ultime notizie confermano un’intenzione da parte del segretario della maggioranza stessa di rimandare tutto a dopo la pausa estiva, poco concentrato al momento sul da farsi e le priorità da presentare ai cittadini. Probabilmente a rendere incerto questo scenario della maggioranza è la generale situazione esistente tra le diverse forze. Sappiamo, infatti, che dopo le ultime notizie sul rinvio del sistema per elezioni a dopo l’estate, tutte le forze si stanno riorganizzando, sia internamente, sia tra loro per concludere eventuali alleanze in vista di prossime elezioni tra:

  1. centrosinistra, dove è sempre più forte la spaccatura tra attuale maggioranza e scissionisti e difficilmente si andrà verso una riunione totale della stessa forza;
  2. centrodestra, dove si cercano di appianare, seppur in maniera molto lenta e difficile, le divergenze tra Cavaliere e leader del Carroccio con la speranza di riunione di tutte le forze del centrodestra;
  3. pentastellati, che si stanno impegnando tanto internamente nell’appianare le loro tensioni, quanto nella definizione di nuovi punti prioritari da presentare ai cittadini e per i quali, come confermano le ultime notizie, avrebbero deciso di aprire ad una concertazione con mondo di imprenditori e aziende e rappresentanti dei dipendenti.

Nuova Assemblea della Maggioranza e cosa aspettarsi

Come detto, non ci dovrebbe essere molto da aspettarsi dalla nuova Assemblea della Maggioranza che si terrà tra circa 24 ore. Stando a quanto riportano le ultime notizie, all'indomani di ultimi malumori e tensioni interne, la nuova Assemblea potrebbe essere l'occasione ideale per 'risolvere' le recenti divergenze con il ministro della Cultura, ma anche per prendere posizione definitiva nei confronti di altri esponenti come responsabile del Dicastero della Giustizia e governatore della regione Puglia. Probabilmente, sarà anche occasione nella quale ribadirà la sua posizione di netto no ad una nuova riunione di tutte le forze del centrosinistra.

Del resto, come ormai ben noto, sembra che la strategia del segretario della maggioranza sia di puntare ad una rinnovata alleanza con il Cavaliere, decisione che come ben sappiamo ormai verrebbe presa solo nell’ottica della vittoria se si dovesse andare a prossime elezioni con sistema proporzionale basato sul modello teutonico, per mantenere lo status quo, con il rischio, però, di non far nulla di concreto. Sarebbe, infatti, un’alleanza che potrebbe non portare a nulla di concreto per quanto riguarda tutti gli importanti provvedimenti ad oggi bloccati ma importanti per una nuova crescita interna del nostro Paese.

E tra questi rientrerebbero anche le novità per le pensioni, come quota 100 e quota 41 per tutti senza oneri. Ma, del resto, già la precedente esperienza in tal senso non si è rivelata particolarmente positiva, per cui ci sarebbero tutti i presupposti di una nuova mossa errata. Mentre si pensa a mosse politiche, pur senza alcuna aspettativa per la prossima Assemblea, che sembra essere solo un’ennesima perdita di tempo,  il segretario della maggioranza, insieme alla sua squadra, sarebbe anche a lavoro sulla definizione di punti e priorità che potrebbero essere rilanciate in un secondo momento, probabilmente in vista delle prossime elezioni.

Possibili priorità della maggioranza e novità per le pensioni

Secondo quanto riportato dalle ultime notizie, il segretario della maggioranza punterebbe innanzitutto  su un nuovo taglio delle imposte per le famiglie, considerando che, come affermato dallo stesso segretario, l’anno scorso ci si è dedicati alle imprese. Via libera all’assegno universale che, secondo il segretario, dovrebbe essere modulato in stretto collegamento con la dimostrazione di una ricerca attiva di un nuovo impiego o la frequentazione di corsi di formazione o di specializzazione professionale volti proprio all’inserimento del mondo occupazionale. Nessun particolare riferimento esplicito alla importanti novità per le pensioni ma c’è da aspettarsi che qualcosa arriverà considerando che tra i nomi della nuova squadra della maggioranza figurano alcuni esponenti che sono particolarmente favorevoli a profonde novità per le pensioni e che lo stesso segretario, qualche tempo fa, avrebbe incaricato il responsabile dei tecnici di condurre una nuova analisi di fattibilità della novità per le pensioni di quota 100.

Probabilmente, poi, si potrebbe tornare all’originaria idea di lavoro del segretario della maggioranza, idea che condivideva tanto con il responsabile dell’Ente di gestione delle pensioni, tanto con l’ex consigliere economico e con il commissario per la revisione della spesa pubblica, di partire da cambiamenti peggiorativi di tagli e revisioni di alcune stesse tipologie di pensioni, come baby pensioni, pensioni di invalidità o pensioni di guerra, pensioni a vedove e superstiti, per ristabilire equilibrio sociale e importanti per recuperare soldi che potrebbero poi essere impiegati per la successiva attuazione di ulteriori novità per le pensioni positive per tutti.  

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il