BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie variabili manovra d'autunno cinque significative su pensioni mini, quota 41, quota 100 (novità, pensioni)

I possibili elementi che potrebbero rientrare nella prossima manovra d’autunno e attese per novità per le pensioni: annunci e prospettive

Pensioni ultime notizie variabili manovr

pensioni novità cinque elementi manovra autunno



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Il primo elemento sarebbe quello di far "pulizia" dei vari bonus, se ne contano oltre quattrocento, che spesso, vengono dati a pioggia e sono un costo assimilato alle novità per le pensioni in generale, in quanto, non c'è la separazione nella gestione come dovrebbe essere fatto o solo perzialmente tanto è vero che questo nelle ultime notizie e ultimissime notizie non è un obiettivo inedito, anzi...

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30):  E' chiaro che più elementi si inseriranno al di fuori delle novità per le pensioni queste avranno meno spazio in tutti i sensi anche se l'inserimento di due elementi in particolare potrebbe essere ancora più positivo nelle ultime notizie e ultimissime per le stesse nel medio periodo in un clima mutato dove si opiotrebbe agirare su di esse molto più in profondità e concretamente.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:44): Alcuni elementi nella manovra autunnale sembrano essere definiti, non nei dettagli, ma almeno per la presenza e qualcosa ci dovrebbe essere per le novità per le pensioni come, comunque, al momento per il resto nelle ultime notizie e ultimissime si sa della presenza, ma non dei contenuti precisi

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Prende sempre più forma la prossima manovra d'auttuno per quanto riguarda come sarà formata e le novità per le pensioni dovrebbero esserci anche se non con grandi spazi nelle ultime notizie e ultimissime che al momento considerano prioritario altro

Si va verso la pausa e subito dopo le ferie dovrebbero prendere il via le discussioni vere e proprie sulle misure della prossima manovra d'autunno: stando a quanto riportano le ultime notizie, si tratterebbe di misure ancora non del tutto certe ma che inizierebbero a delinearsi. Cinque, in particolare, sarebbero al momento gli elementi che potrebbero rientrare nella prossima manovra d'autunno:

  1. estensione della fatturazione per tutti;
  2. sblocco dei contratti degli impiegati della pubblica ammiistrazione, bloccati ormai da otto anni ma per cui servono più soldi;
  3. riorganizzazione delle imposte;
  4. piano di riorganizzazione delle detrazioni fiscali;
  5. eventuali novità per le pensioni.

A ben vedere, si tratta delle stesse misure che già qualche tempo fa l’attuale premier aveva annunciato di voler riprendere e portare avanti, con l’obiettivo di rimanere alla guida del Paese fino alla naturale scadenza dell’attuale legislatura, interventi su cui però nulla più è stato detto ma che, potremmo pensare dalle ultime notizie, sarebbero comunque rimasti in discussione, pur essendo misure decisamente impopolari che vano certamente a penalizzare i cittadini nell’immediato ma che sarebbero in grado di garantire decisi vantaggi e risparmi nel lungo periodo.

Estensione della fatturazione elettronica per tutti

La misura di estensione della fatturazione elettronica per tutti, compresi i privati, stando alle ultime notizie, sarebbe fondamentale per contrastare l’evasione fiscale e per recuperare soldi che potrebbero essere poi reinvestiti in altri provvedimenti magari positivi per tutti, come le novità per le pensioni come quota 100 e quota 41 per tutti senza alcun onere, sempre rimandate perché troppo costose ma che potrebbero essere attuate se si recuperassero effettivamente i 41 miliardi di euro stimati dalla misura di estensione della fatturazione a tutti, privati compresi. Questa misura permetterebbe, secondo le ultime notizie, di contrastare l’evasione dell’Iva e di razionalizzare il funzionamento dell’intero sistema fiscale e, come ben comprensibile, permetterebbe di recuperare una somma ingente da poter poi reinvestire in ulteriori provvedimenti positivi per tutti, a partire proprio dalle importanti novità per le pensioni tanto attese.

Rinnovo  del contratto degli statali

Altro elemento che, stando alle ultime notizie, potrebbe rientrare nella prossima manovra d’autunno è il rinnovo dei contratti del pubblico impiego, fermi ormai da otto anni, per cui sembrava fosse stato raggiunto l’accordo di un aumento di 85 euro, ma che sarebbe ancora in ballo, a causa di cifre effettive discordanti ma soprattutto di scarsa disponibilità di soldi. Per un deciso rinnovo della contrattazione pubblica servirebbe, infatti, un budget maggiore. Secondo le ultime notizie, infatti, lo Stato non disporrebbe del budget necessario, stimato per un totale di 2,4 miliardi di euro, di cui al momento solo 1,2 miliardi di euro realmente disponibili (più altri 1,2 miliardi di euro che dovrebbero arrivare dalla manovra stessa), che se tali dovessero rimanere non garantirebbero un aumento reale di 85 euro, bensì di appena 20 euro per quest’anno, che salirebbero a circa 45 euro al massimo. Solo se si riuscissero a reperire 4,5-5 miliardi di euro, secondo le ultime notizie, allora si potrebbe davvero garantire un aumento di 85 euro per tutti nel 2017.

Riorganizzazione delle imposte

Una totale revisione del sistema delle imposte nel nostro Paese: questo un altro elemento che potrebbe essere inserito nella prossima manovra, per semplificare il fisco evitando di far pesare sui cittadini tante tasse, alcune anche inutili. Secondo quanto proposto, si potrebbe pensare ad un sistema di imposizione fiscale che preveda solo due o tre grandi imposte, una sui redditi e una sui consumi, con una terza che potrebbe eventualmente essere sul patrimonio. Questo sistema permetterebbe di rendere tutto molto più semplice cancellando le ben 150 imposte oggi esistenti su ogni genere e che contribuiscono solo a creare problemi, molto spesso evase la maggior parte, e quindi per nulla convenienti, considerando che non producono alcun gettito.

Riorganizzazione delle agevolazioni fiscali

Come annunciato già qualche mese fa, nella prossima manovra d'autunno potrebbe rientrare un piano di riorganizzazione delle detrazioni e agevolazioni fiscali alle famiglie. Sarebbero ben 400 le detrazioni nel mirino su cui potrebbe abbattersi la scure di importanti tagli, come su spese sanitarie o spese per le attività dei ragazzi, ma che non dovrebbe interessare le detrazioni più importanti come quelle relative ai mutui.

Eventuali novità per le pensioni

L’auspicio è che nella prossima manovra d’autunno possano rientrare anche novità per le pensioni, o quanto meno almeno una delle novità per le pensioni ulteriori del momento successivo e che potrebbero prevedere:

  1. novità per le pensioni per i ragazzi;
  2. o novità per le pensioni con sistema inedito di uscita anzitempo a 62 anni per gli iscritti ai singoli comparti di settore;
  3. o novità per le pensioni di ampliamento di mini pensione senza oneri e quota 41, per cui potrebbero essere stanziati più soldi;
  4. o novità per le pensioni di revisione delle attese vita, che probabilmente non saranno bloccate come richiesto ma forse solo congelate.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il