BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 necessaria e urgente discontinuità doppia

Le discontinuità necessarie per uscire dall’attuale situazione di stallo del nostro Paese e ripercussioni su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità doppia discontinuità necessaria



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:30): Non arrivano segnali incoraggianti sull'introduzione di ulteriori novità per le pensioni perché l'esecutivo non sembra abbia voglia di imbarcarsi in un percorso impegnativo e per certi versi poco utile ai fini elettorali. Da qui quella richiesta di discontinuità nelle ultime notizie e ultimissime che sta tardando ad arrivare.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Andando avanti di questo passo non ci saranno né novità per le pensioni e né iniziative in grado di assicurare quella svolta tanto richiesta. Occorre allora discontinuità rispetto a quanto fatto fino a questo momento nelle ultime notizie e ultimissime, anche con iniziative da zero per evitare che si giunga stancamente a conclusione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:59): Serve andare verso una rotta differente in vista delle decisioni da assumere anche sulle novità per le pensioni. Perché abbiamo visto che andando di questo passo ovvero proseguendo lungo una linea di continuità le cose non cambiano nelle ultime notizie e ultimissime, ma resta il legittimo sospetto che questo esecutivo non abbia la forza sufficiente per imporre una discontinuità.

Mentre si continua a discutere del sistema per elezioni subito, mentre continuano le tensioni tra le diverse forze e al loro interno stesso e lo scenario generale sembra piuttosto confuso, le ultime notizie parlano di una necessaria analisi di ciò che sta accadendo per capire come continuare ad andare avanti. Non è più tempo di temporeggiare e di attese, ma sembra sia davvero arrivato il momento di fare qualcosa di concreto, di prendere decisioni serie che permettano di sbloccare quell’attuale situazione di stallo che non permette di fare passi avanti. Il nostro Paese, però, avrebbe bisogno di farne decisamente tanti e per farlo servirebbe una spinta.

La doppia discontinuità necessaria

Per riuscire a far uscire il nostro Paese dalla situazione di stallo in cui è fermo ormai da tanto tempo, secondo le ultime notizie, sarebbe quasi necessaria una doppia discontinuità. Per essere più chiari, stiamo parlando di:

  1. discontinuità da parte dell'attuale esecutivo di riuscire a riprendere una sorta di autonomia e di riuscire  a sfruttare il momento opportuno e prendere decisioni rilevanti che vadano anche contro qualcuno ma che siano davvero importanti e non siano sempre solo dei contentini;
  2. discontinuità nelle scelte da adottare rispetto al precedente esecutivo, linea che non si sta assolutamente vedendo e se le decisioni autunnali finanziarie saranno basate solo un taglio delle imposte per l'occupazione, che per forza sarà basso e rivolto solo alle imprese, sarà tutto inutile e ancora una volta si seguirà una strategia già adottata dal precedente esecutivo che, esattamente come all’epoca, sarà solo per compiacere le imprese nel breve periodo, solo per interessi.

Discontinuità e impatto sulle novità per le pensioni

Sembra, infatti, che secondo le ultime notizie la logica vigente sia quella di perseguire i propri interessi e se fino a qualche tempo fa questi interessi, anche per mondo imprenditoriale e della rappresentanza, erano concentrati soprattutto nelle novità per le pensioni che sarebbero servite per dare nuova spinta a occupazione e produttività, riavviando il nostro Paese vero una nuova crescita, le ultime notizie parlano di posizioni decisamente cambiate. E, come facilmente comprensibile, il mondo imprenditoriale guarda ai propri interessi che, con l’annuncio di un nuovo taglio delle imposte occupazionali, sarebbero fatti, ma solo nel breve periodo. Si tratta, infatti, di una misura che permetterebbe di avere vantaggi facili e immediati ma di breve durata, decisamente diversamente da quanto accadrebbe con le importanti novità per le pensioni, come quota 100 o quota 41 per tutti senza alcun onere.

Queste infatti permetterebbero in maniera molto più concreta di rilanciare

  1. occupazione;
  2. produttività ed efficienza;
  3. consumi;
  4. risparmi, seppur nel lungo periodo.

Sarebbe tuttavia necessario che per dare una reale svolta l'attuale esecutivo riuscisse a prendere le distanze dalle strategie del precedente esecutivo, con particolare riferimento al nuovo taglio delle imposte che, come abbiamo già potuto ben vedere, non ha portato quei risultati stimati, o forse sperati, e così dopo i primi mesi di boom, l’occupazione tornò a calare. Continuare sulla stessa strada potrebbe rivelarsi altrettanto fallimentare.

E proprio per questo sarebbe necessario che l’attuale esecutivo si staccasse dalle precedenti strategie, puntando anche su misure peggiorative, come tagli e revisioni si agevolazioni fiscali e alcune tipologie di pensioni stesse, come pensioni di invalidità o baby pensioni, o estensione della fatturazione elettronica per tutti, misure di cui del resto lo stesso attuale premier aveva parlato qualche tempo fa, poi però cadute nel dimenticatoio, ma che sarebbero servite e sarebbero state convenienti esattamente come potrebbero esserlo ancora. Ci vuole solo coraggio ad andare oltre quanto fatto finora. E servirebbe farlo per riuscire a riconquistare effettiva fiducia da parte dei cittadini che ancora aspettano misure che possano rivelarsi positive per tutti, riuscendo a garantire adeguata equità. E’, dunque, arrivato il momento di evitare di favorire qualcuno piuttosto che un altro e questa logica dovrebbe essere adottata tanto dall’attuale esecutivo, se davvero riuscisse a rimanere in carica e avviarsi a dover definire ulteriori provvedimenti e le misure economiche autunnali, tanto dalle diverse forze in vista di possibili elezioni subito, per risolvere contrasti e tensioni e per riconquistare l’importante consenso da parte della gente.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il