BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni oltrepassare le divisioni attuale obiettivo principale

La necessità di andare oltre le divisioni interne, scenari e prospettive per rilancio di importanti novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità obiettivo superare diverse divisioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:01): Chissà allora se grazie alle elezioni comunali, l'importanza dell'unità su tutte, utile anche per le novità per le pensioni, le differenti forze faranno tesoro. Eppure si tratta di una questione vitale per il Paese nelle ultime notizie e ultimissime, alla costante ricerca di equilibrio e governabilità.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Superare le divisioni è forse uno degli insegnamenti dei risultati delle elezioni comunali fondamentali per le novità per le pensioni perché si possano attuare concretamente. Succede perché le forze principali si sono resi conto, o almeno si spera, dell'importanza di restare uniti nelle ultime notizie e ultimissime per vincere senza disperdersi in divisioni e soprattutto per poter avere una reale governabilità.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 6:01): Ci sono alcune indicazioni ben precise che arrivano dall'esito delle elezioni comunali che potrebbero dare il via a un percorso inedito per le novità per le pensioni. Le principali forze hanno infatti appreso come sia urgente più che mai ritrovare l'unità e superare le divisioni nelle ultime notizie e ultimissime in vista delle urne generali sempre più vicine.

L’esito delle elezioni comunali che sembrano aver del tutto fatto fuori i pentastellati potrebbe aprire un nuovo scenario per il nostro Paese. O meglio, non tanto nuovo non sarebbe considerando che tornerebbero a contrapporsi sostanzialmente centrodestra e centrosinistra in una corsa a due verso la vittoria alle prossime urne. Al momento la situazione è ancora tutta in divenire, potremmo dire: fino a qualche giorno fa, prima che cioè i pentastellati facessero saltare l’accordo sul sistema per elezioni subito proporzionale con soglia di sbarramento al 5% si parlava di una possibile rinnovata alleanza nazionale tra attuale maggioranza e schieramento del Cavaliere, ipotesi che, come riportano le ultime notizie, sarebbe stata recentemente smentita dal Cavaliere stesso ma che nell’ottica di elezioni subito, per l’esigenza di una maggioranza, per sconfiggere il populismo dei pentastellati e assicurare una governabilità piena si sarebbe anche potuta fare. Oggi, invece, lo scenario sembra essere decisamente cambiato con un ritorno al rilancio di elezioni subito e alle nuove grandi riunioni di centrosinistra e centrodestra, che si potrebbero raggiungere solo superando le divisioni interne.

Elezioni subito e necessità di superare le grandi divisioni interne di centrodestra e centrosinistra

Solo superando le divisioni interne al centrodestra e al centrosinistra si potrà andare al elezioni subito ben organizzati. Stando a quanto riportano le ultime notizie, superare le divisioni nel centrodestra non sembrerebbe essere poi così difficile in quanto vi è convergenza su una serie di argomenti come:

  1. revisione delle imposte;
  2. novità per le pensioni;
  3. sicurezza e immigrazione.

Il problema è che bisognerebbe trovare un candidato super partes o andare alle primarie considerando il forte distacco tra il Cavaliere e il leader del Carroccio. E sembra che in questo contesto la figura che potrebbe fare da collante in questa situazione sia quella del governatore della regione Liguria. Bisognerebbe riflettere su una situazione che, se sistemata, potrebbe anche portare il centrodestra alla vittoria, perché si tratta di una forza che funziona ancora alla grande e la dimostrazione sono state proprio le ultime notizie sul risultato delle elezioni comunali a Genova, storica ‘proprietà’ del centrosinistra, in cui però si è fortemente imposto il candidato del centrodestra. E proprio in virtù di questa dimostrata forza, è stato lo stesso governatore della regione Liguria ad insistere, stando a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, per una rinnovata unione con Carroccio e Fratelli d'Italia e per un ritorno al sistema per elezioni subito maggioritario, mentre il Cavaliere continua a sostenere il sistema proporzionale.

Se nel centrodestra, dunque, esistono margini di superamento delle divisioni e se le divisioni interne nella maggioranza attuale, come quella degli orlandiani, sembrano potersi ricucire, secondo le ultime notizie sarebbe decisamente più difficile andare oltre con gli scissionisti, che hanno preso le distanze dall’attuale segretario della maggioranza in maniera decisamente netta, e soprattutto il nuovo Movimento democratico progressista, anche perché proprio con questa forza vi sarebbero divergenze su diversi temi, come:

  1. sistema per rilanciare l’occupazione;
  2. buoni per le attività;
  3. novità per le pensioni.

Ma se, invece, si dovesse riuscire a trovare una punto d’accordo per una grande riunione del centrosinistra, allora potrebbe avere tutte le carte in regola per vincere.


Situazione dei pentastellati, possibili scenari e impatto su novità per le pensioni

Mentre centrodestra e centrosinistra pensano a come poter superare le divisioni interne, d’altro canto, i pentastellati riflettono su cosa possa essere andato storto. I risultati delle comunali non sono stato affatto soddisfacenti e si teme che si tratti di risultati che possano avere effetti anche a livello nazionale, nonostante, come riportano le ultime notizie, non è detto che quanto avvenuto a livello locale possa allargarsi a riflettersi a livello nazionale, dove, comunque, i pentastellati potrebbero comunque giocare la loro partita in vista di elezioni subito. Anche se rischierebbero di avere una forza minore.

E questa minore forza sarebbe determinata anche dalle forti divisioni interne che, all'indomani delle ultime notizie delle comunali, sono tornate a farsi sentire in maniera decisamente forte, dalle accuse di alcuni alla gestione della Capitale, che avrebbe potuto influenzare negativamente le votazioni in alcuni comuni, alle ultime difficoltà mostrate dalla sindaca pentastellata di Torino, alla decisione di far saltare l'accordo sul sistema per elezioni subito che è ciò che gli italiani chiedono per eleggere finalmente un esecutivo da loro scelto, per avere una rappresentanza voluta che possa finalmente sbloccare tutti gli importanti provvedimenti bloccati, tra cui le novità per le pensioni. Ma l'eventuale uscita di scena dei pentastellati potrebbe avere solo conseguenze negative per il rilancio di novità per le pensioni, considerando che si tratta della forza che da sempre e con più forza rilancia sulla necessità di cambiamento dell'attuale sistema.  

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il