BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 ritornare al passato da quattro vantaggi

Un ritorno del passato con il fondatore dell’Ulivo, reazioni dall’ex premier e possibili impatti su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità quattro vantaggi ritono vecchio



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:10): Non è detto che questo ritorno al passato possa piacere a tutti, ma potrebbe essere anche di stimolo per le altre forze sia ad attuare davvero le iniziative necessarie nelle ultime notizie e ultimissime e non solo fare affermazioni come per le novità per le pensioni. Dall'altra parte i quattro vantaggi visti sono relativamente oggettivi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): Vi sono quattro vantaggi generali che porterebbe il ritorno del Professore anche per le novità per le pensioni che tra l'altro sarebbero anche fra i suoi punti principali. E avrebbe una serie di motivazioni nelle ultime notizie e ultimissime per cui potrebbe riuscire e, comunqe, sistemarebbe alcune problematiche sempre più evidenti (questo per qualsiasi forza si preferisca senza per forza votarlo)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:30): L'eventuale ritorno del Professore nell'agone non può che riportare valutazione sulle novità per le pensioni con una sua rinnovata presenza. La situazione è ancora fluida e non ci sono certezze nelle ultime notizie e ultimissime, ma senza dubbio si tratterebbe di una figura che non passerebbe inosservata e comporterebbe impatti anche sorprendenti.

Tornare ad essere il protagonista della scena istituzionale che potrebbe prospettarsi con elezioni subito come un'Araba Fenice: le ultime notizie sono particolarmente, e curiosamente anche potremmo dire, incentrate sul possibile ritorno del Professore che in una situazione di totale caos e incertezza come quella attuale, nella quale si continua a discutere di alleanze necessarie e coalizioni per riuscire ad ottenere una maggioranza certa e scongiurare così il rischio di ingovernabilità, potrebbe far scalpore e anche implicare diversi vantaggi. Stando a quanto riportano, infatti, le ultime notizie, alla figura del Professore, nel caso di un suo ritorno in campo, si affiancherebbero altri nomi illustri, sempre appartenenti alla storia del passato, sempre pronti a far gridare a gran voce ad un ritorno del vecchio.

I quattro vantaggi del ritorno del passato

Un ritorno del vecchio sulla scena, insieme alle attese polemiche che potrebbe suscitare da parte di tutti i cittadini che sperano in un costante rinnovamento ma si ritrovano sempre ad essere particolarmente delusi da un mondo istituzionale che ormai da decenni non cambia ma si alterna, si rimescola, restando comunque uguale a sé stesso nei nomi e nelle proposte, anche se presentate in maniere differenti, potrebbe anche portare diversi vantaggi. Quattro in particolare:   

  1. un effettivo ritorno alle novità per le pensioni, più volte rilanciare nelle varie affermazioni;
  2. possibilità di dar vita a nuove alleanze più naturali, anche senza elezioni, come Carroccio-Schieramento del Cavaliere o centro-sinistra, senza dimenticare i pentastellati con cui vi è una forte convergenza su diversi punti, da novità per le pensioni a misure di sostegno, come l’assegno universale;
  3. evitare la grande alleanza tra attuale maggioranza e Schieramento del Cavaliere (che secondo le ultime notizie avrebbe smentito questa eventuale possibilità) che porterebbe a poco o niente, esattamente come accaduto nella precedente esperienza di tal genere;
  4. ottenere maggiore consenso dalla Comunità grazie alla riunione di personalità ben note, e soprattutto con Prodi che avendo fatto parte della stessa Comunità gode di grande credibilità e fiducia, il che significherebbe solo vantaggi per il nostro Paese.

Il ritorno al passto per le novità per le pensioni

Dopo aver per giorni parlato di una possibile rinnovata grande alleanza tra attuale maggioranza e Schieramento del Cavaliere, dopo aver ipotizzato alleanze anche inedite, come quella tra pentastellati e Carroccio e pentastellati e Movimento democratico progressista, dopo aver pensato a nuove grandi riunioni di tutte le più piccole forze, sia di centrosinistra sia centristi, per la necessità di superare il problema della soglia al 5% che sarebbe al momento prevista dal sistema di elezioni subito, le ultime notizie, piuttosto curiose, sono tutte concentrate su un ritorno del vecchio. E questo perché accanto al nome di Romani Prodi si fanno quelli di Rosy Bindi, Enrico Letta, Walter Veltroni, con aperture da parte di D’Alema e possibili avvicinamenti al Campo progressista di Pisapia.

Una carrellata di nomi ben noti, che potremmo dire abbiano fatto la storia della nostra Italia per un lungo tempo, che potrebbero essere le giuste personalità pronte a recuperare quegli originari valori della sinistra che in tanti hanno detto di aver perso. Una prospettiva che sembra preoccupare, e non poco, il segretario della maggioranza, nonostante faccia finta di nulla. Ma concretizzare uno scenario di unione come quello appena sopra riportato, significherebbe rifondare un centrosinistra senza l’attuale maggioranza che dovrebbe, poi, impegnarsi su fronti differenti. Non tutti i nomi riportati, però, sarebbero personalità in grado di garantire un concreto rilancio delle novità delle pensioni, anche se alcuni di loro sono fermamente convinti della necessità di novità per le pensioni per la revisione dell’attuale sistema.

Ma quello che potrebbe essere il padre fondatore di una nuova sinistra di disertori dell’attuale maggiore, come confermano le ultime notizie, sarebbero lo stesso che da sempre volge la sua attenzione di bisogni reali e alle richieste della gente. Potrebbe essere forse Prodi la persona in grado di rilanciare ulteriori novità per le pensioni importanti, come la quota 100 o la tanto richiesta novità per le pensioni di quota 41 per tutti senza alcun onere, grazie anche alla grande fiducia e al rispetto che nutre in ambito comunitario e che potrebbe portare la stessa Comunità ad essere più disponibile nei nostri confronti per quanto riguarda l’attuazione di profonde novità per le pensioni. E non solo. Prodi, infatti, tra i suoi punti fondamentali, insieme alle novità per le pensioni, prevede:

  1. investimenti in scuola e istruzione;
  2. misure per l’occupazione;
  3. revisione della spesa pubblica;
  4. semplificazione del sistema di detrazioni fiscali;
  5. ritorno di una imposta di successione.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il