BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie a settembre elementi significativi tre su pensioni mini, quota 41, quota 100 (novità, pensioni)

I tre elementi attesi per settembre tra appuntamenti e nuove discussioni cruciali: ultime notizie e impatti su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie a settembre elem

pensioni novità tre elementi settembre



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 01:30): Per quanto riguarda la potenziale crisi dell'esecutivo questa appare complesso da verificarsi e non auspicabile al momento per le novità per le pensioni non essedoci tutti quei "pro" che c'erano prima nelle ultime notizie e ultimissime che potevano far pensare come positiva una svolta su questa linea

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): L'esecutivo sarà il protagonista di questi tre elementi che potrebbero verificarsi a settembre, due certamenre, uno potenzialmente e dovrà avere per questo le capacità e gli appoggi per rispondere per poter procedere con gli altri due essenziali per le novità per le pensioni e tali possibilità di continuare nelle ultime notizie e ultimissime paiono assolutamente possibili

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Dopo la pausa ci saranno tre elementi interni che sono potenzialmente attesi per le novità per le pensioni e più in senso generale ma che le influenzeranno precisando, comunque, che nelle ultime notizie e ultimissime solo per uno c'è la certezza assoluta che avvenga

Ci si avvia alla pausa estiva con impegni già importanti fissati per il prossimo mese di settembre, tempo in cui, stando a quanto riportano le ultime notizie, si riprenderanno le discussioni sui grandi temi al momento rimandati e lasciati in sospeso in attesa di chiusure che si prospettano decisamente necessarie. E nel frattempo, sempre stando alle ultime notizie, si attendono anche gli sviluppi dei movimenti politici che attualmente stanno interessando le diverse forze, sia al loro interno, sia in prospettiva di eventuali alleanze in vista di prossime elezioni. I tre particolari elementi che ci attendono per settembre sono soprattutto:

  1. possibile crisi esecutivo che, però, secondo le ultime notizie, difficilmente si verificherà;
  2. ripresa delle discussioni sul sistema per elezioni;
  3. avvio delle vere e propri discussioni sulle misure del prossimo iter economico, che dovrebbe contenere qualcosa per le novità per le pensioni.

Crisi esecutivo e conseguenze per novità per le pensioni

Le ultime notizie confermano una situazione piuttosto delicata per l’attuale esecutivo che non sarebbe più sostenuto da una maggioranza certa e sicura a causa dei movimenti interni a quest’ultima che, come riportano le ultime e ultimissime notizie, potrebbe avviarsi verso una nuova scissione, movimenti che vanno ad affiancarsi alle inaspettate decisioni di diversi centristi che avrebbero deciso di spostarsi verso lo schieramento del Cavaliere che piuttosto che inglobarli potrebbe dar vita ad una ulteriore nuova forza, sempre di sostegno al suo schieramento, che potrebbe prospettarsi come quarta gamba dell’esecutivo del Cavaliere. A questo punto, l’esecutivo potrebbe cadere a settembre per volere del segretario della maggioranza, per non permettere ai propri avversari, con particolare riferimento agli scissionisti del centrosinistra, di crescere ancor di più, ma in tal caso la stessa maggioranza, alla luce delle ultime notizie sul caos interno, non sarebbe abbastanza forte da vincere eventuali elezioni.

Altra prospettiva potrebbe essere quella di caduta dell’esecutivo a settembre, sempre per volere del segretario della maggioranza, ma che verrebbe poi sostenuto dal Cavaliere che fornirebbe l’appoggio tale per tenerlo in vita e procedere con l'iter strategico finanziario, per mettere in sicurezza i conti, senza però alcun provvedimento eclatante, compreso per le novità per le pensioni. Ma si tratta di scenari piuttosto difficili da trasformare in realtà. Secondo le ultime notizie, infatti, è difficile che l’attuale esecutivo cada, perché nonostante le difficoltà comunque sarebbe sostenuto da un accordo trasversale tra singoli componenti sia del centro sinistra sia del centrodestra, per avviarsi alla definizione di un sistema per elezioni che riesca ad assicurare piena governabilità.

Nuove discussioni su sistema per elezioni e impatto su novità per le pensioni

Le discussioni che riprenderanno ufficialmente a settembre sul sistema per elezioni, a conti fatti, secondo le ultime notizie, sarebbero in realtà già riprese tra le varie forze, tra cui, con particolare riferimento al centrodestra, sembrerebbe essere tornato particolarmente in auge il sistema di elezioni con premio di maggioranza alla coalizione. Resta, però, ancora in ballo quel Legalicum, da estendere sia per Montecitorio che per Palazzo Madama in modo da ottenere un sistema per elezioni omogeneo, che continuerebbe a rilanciare con forza i pentastellati. Le discussioni sul sistema per elezioni finalmente faranno capire, quando e in base ai tempi in cui concluderanno, se si andrà ad elezioni prima della naturale scadenza dell’attuale legislatura o alla sua naturale conclusione, vale a dire nella primavera del 2018.

In entrambe i casi si prospetterebbero scenari diversi, anche per quanto riguarda il rilancio si novità per le  pensioni: se, infatti, è vero, come abbiamo spesso spiegato, che elezioni subito potrebbero rappresentare l’occasione ideale di rilancio delle novità per le pensioni, che stando particolarmente a cuore ai cittadini certamente verrebbero proposte con forza da ogni schieramento per riconquistare fiducia, consensi e quindi elettori, per arrivare a ciò bisognerebbe definire un sistema per elezioni che sia in grado di assicurare una piena governabilità, con una maggioranza che insieme alle novità per le pensioni importanti, come quota 100, quota 41 per tutti e revisione del sistema attese vita, possa portare avanti anche ulteriori importanti provvedimenti al momento bloccati.

Se, infatti, il sistema per elezioni non riuscisse a garantire una maggioranza certa, il rischio sarebbe quello di andare ad elezioni subito senza la certezza di un esecutivo nuovo in grado di definire novità concrete, perché l’ingovernabilità la farebbe da padrone. E certamente non si tratterebbe dello scenario migliore per l’avvio di una nuova e concreta ripresa dello sviluppo economico del nostro Paese che tra l’altro, deve rispettare anche impegni di crescita presi a livello comunitario.

Definizione del prossimo iter economico e rilancio di novità per le pensioni

Sempre a settembre, poi, come di consueto, saranno avviate le discussioni vere e proprie sulla definizione del prossimo iter economico strategico. Stando a quanto riportano le ultime notizie, tra le misure che vi potrebbero rientrare ci sarebbero al momento:

  1. estensione della fatturazione per tutti;
  2. riorganizzazione delle imposte;
  3. riorganizzazione delle detrazioni fiscali;
  4. novità per le pensioni.

Per quanto riguarda proprio le novità per le pensioni, ci si augura che possa rientrare nel nuovo iter almeno una delle novità per le pensioni ulteriori del momento successivo tra:

  1. novità per le pensioni per i ragazzi;
  2. novità per le pensioni con sistema inedito di uscita anzitempo a 62 anni per gli iscritti ai singoli comparti di settore;
  3. novità per le pensioni di estensione delle ultime novità per le pensioni approvate di mini pensione senza oneri e quota 41, per cui potrebbero essere stanziati più soldi;
  4. novità per le pensioni di revisione delle attese vita, che, però, stando alle ultime notizie, difficilmente saranno bloccate come richiesto ma forse solo congelate, per poi definire sistemi di uscita in base alle diverse tipologie di attività che si svolgono.
Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, pensioni mini da Morando, Maroni, Musumeci

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il