BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 da Padoan, Gutgeld, Orfini

Le ultime posizioni di Orfini, Gutgeld, Padoan su ultime notizie di revisione di spesa e conseguenze su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su mini pensioni

pensioni novità ultime affermazioni Mattor Orfini



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:20): Da una parte c'è una idea di un documento strategico difensivo dove non ci sono ulteriori iniziative in pratica su nessun argomento fondamentale novità per le pensioni comprese, ma si procede per i sistemi più immediati e funzionali nel breve periodo per trovare budget ovvero nelle ultime notizie e ultiissime far scattare l'aumento dell'iva e procedere con qualche privatizzazione. Ed è quello che vorrebbe fare probabilmente Padoan in una situazione, comunque, complessa. Il problema è che sarebbero decisioni che si ritorcerebbero probabilmente contro nel medio-lungo termine con un calo dei consumi e un cuscinetto di salvataggio come quello dei beni statali usato anche solo in parte, ma senza in nessuno dei due casi aver diminuito il debito o aver fatto iniziative favorevoli per la ripartenza economica, novità per le pensioni comprese.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:14): Per la coperture delle spese e le scelte da fare per rilanciare le iniziative si hanno visioni differenti tra chi è una situazione piuttosto difensiva e sembra puntare poco al rilancio delle iniziative, comprese le novità per le pensioni, come Padoan che si è sempre espresso poco propenso a chi, invece, è pronto a intraprendere iniziative come da una parte lo stesso Premier che ha sostenuto una forte revisione della spesa su cui si è espresso favorevolmente anche Gutgled e lo stesso Orfini che potrebbe nelle ultime notizie e ultimissime interessare anche le pensioni per poi rilanciare le novità per le pensioni più positive.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Vi è una serie di decisioni per quanto riguarda il prossimo documento economico che si sta già preparando da prendere sia se al suo interno vi saranno le novità per le pensioni come alcuni segnali fanno pensare, sia come ritrovare i budget per rilanciare almeno alcune iniziative, perchè in quetso momento almeno 25-27 miliardi sarebbero da trovare solo per le spese correnti e le clausole esistenti. E una serie di confronti su idee anche opposte su cosa e come fare si sta avendo tra le varie parti dell'esecutivo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): E al riavvicinarsi del documento strategico nazionale da cui seguirà il documento economico-finanziario ritorna protagonista il budget da avere per cercare di fare le iniziative nelle ultime notizie e ultimissime, tra cui quello necessario per le novità per le pensioni da molti ancoa affermate come possibili nonostante tutto anche in questo frangente

Si fanno sempre più serrate tra i diversi schieramenti politici e gli esponenti dell'esecutivo le discussioni sulle misure migliori da attuare per permettere al nostro Paese di ricavare quei soldi necessari per attuare provvedimenti importanti per tutti e che siano in grado di dare nuova spinta alla crescita economica italiana e di cercare di diminuire quel debito pubblico che, al contrario, continua ad aumentare. E in questo contesto si inserisce anche il dibattito sulle novità per le pensioni che, come confermato anche dalle ultime notizie, sembrano le uniche vie di uscita per un concreto rilancio di occupazione, soprattutto giovani, con conseguente rilancio di produttività ed economica, tali da innescare un nuovo ciclo di crescita economica. Ma senza un adeguato budget come si può pensare di introdurre importanti novità per le pensioni nel documento di programmazione economica?

Le ultime affermazioni di Orfini e impatto su novità per le pensioni

Questa situazione di necessità di soldi impone la messa a punto di misure da cui ricavare denaro: nonostante vi siano misure da cui si potrebbero ricavare miliardi, ma difficili da percorrere, come la lotta alla corruzione e all’evasione fiscale, che permetterebbe di accumulare oltre 100 miliardi di euro, si scelgono le vie più semplici, come aumento dell’Iva o privatizzazioni, che nel breve periodo potrebbero dare risultati ma nel lungo implicherebbero esclusivamente effetti negativi. E proprio contro il piano di privatizzazioni ipotizzato dall’Economia ha affermato di essere Matteo Orfini, da sempre tra i fedelissimi dell’ex premier, tra quei giovani turchi che sono stati i primi a predisporre un documento scritto per le novità per le pensioni e misure per rispondere alle esigenze reali dei cittadini.

E l’aumento dell’Iva non rientra certo in questo contesto, considerando che avrebbe un pesante impatto proprio sui cittadini, prima, per poi ripercuotersi su un ipotizzabile importante riduzione dei consumi. I cittadini, per la maggior parte oggi in difficoltà economiche, stando anche alle ultime notizie relative alle condizioni di vita della classe media, con un aumento dell’Iva e conseguenze aumento generalizzato dei prezzi, non riuscirebbero a mantenere i livelli di acquisto di oggi. E chiaramente gli effetti di questo sistema sarebbero devastanti.

Le ultime posizioni di Gutgeld e impatto su novità per le pensioni

Piuttosto che scegliere aumento dell’Iva e piano privatizzazioni, il responsabile della revisione della spesa pubblica, Yoram Gutgeld, torna a puntare, come già aveva fatto a inizio incarico, su una profonda e necessaria revisione della spesa pubblica per ridurre gli sprechi, esattamente come riportano le ultime notizie sulle intenzioni dell’attuale responsabile dell’esecutivo. Il piano è quello di intervenire sulle spese meno efficienti in modo da ricavare risparmi che l’esecutivo può poi reimpiegare in provvedimenti importanti e positivi per tutti. E le misure al vaglio potrebbero essere tagli e revisione di bonus e agevolazioni fiscali, riduzione del numero delle partecipate, nuovo piano di razionalizzazione delle forze dell’ordine, digitalizzazione, per migliorare l’organizzazione e i processi della pubblica amministrazione.

Le ultime affermazioni del ministro Padoan e impatto su novità per le pensioni

Decisamente diversi i progetti del ministro dell’Economia Padoan che ha affermato, stando a quanto riportano le ultime notizie, di essere pronto a ridurre quel debito pubblico che continua ad aumentare e di voler procedere con misure, considerate semplici, come aumento dell’Iva e piano di privatizzazioni, per recuperare denaro. Tuttavia, si tratta sì delle vie più semplici per recuperare soldi ma anche sbagliate, perché rischiano di avere un impatto negativo per i cittadini e non prevederebbero gli stessi risparmi miliardari derivanti da altre misure, per cui ci si ritroverebbe a dover decidere in cosa investire i soldi risparmiati e, considerando che il ministro dell’Economia non è mai stato favorevole all’approvazione di novità per le pensioni e non le ha mai considerate priorità ancora, difficilmente verrebbero tooccate come si spera.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il