BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Stipendi, in Italia minore differenza nella Ue tra donne e uomini

Differenza di stipendio tra uomini e donne minore rispetto agli altri Paesi Ue: ultimi dati ma numeri contrastanti

Stipendi, in Italia minore differenza ne

Stipendi differenza genere Ue figure cercate guadagni



Nell'Ue vi è la minore differenza di stipendi tra donne e uomini. E' un risultato che può meravigliare ma è stato confermato dai recenti studi e statistiche.

Nonostante si parli di parità di genere ormai da tanto, troppo tempo, da altrettanto tempo si continua in un certo senso a 'combattere' perchè questa parità tra uomini e donne diventi effettivamente reale. Oggi infatti se ne parla ma si tratta di una espressione ben lontana dalla realtà, soprattutto volgendo particolare attenzione alle situazioni e condizioni lavorative tra uomini e donne. Le ultime notizie, infatti, evidenziano ancora una forte gap di genere sia di impieghi sia di stipendi percepiti, gap che soprattutto nel nostro Paese rispetto agli altri dell'Ue risulta essere particolarmente forte. Le donne continuano, infatti, a guadagnare meno degli uomini pur a parità di ruolo ricoperto.

Ad aver iniziato ad azzerare il gap lavorativo e da un punto di vista di stipendi tra uomini e donne l'Islanda che, secondo le ultime notizie, sarebbe seguita da Norvegia, dove oggi le donne hanno maggiori opportunità di raggiungere posizioni di potere, e Finlandia. A seguire ancora troviamo la Svezia quarta e l’Irlanda al quinto posto e per trovare la nostro Italia bisogna scivolare giù fino alla 50esima posizione. Un risultato decisamente deludente per il nostro Paese dove le donne, secondo quanto emerge dalle ultime notizie, sarebbero anche la percentuale maggiore ad avere elevati titoli di studio. Ma ancora una volta il nostro Paese dimostra di essere indietro.  

Stipendi tra uomini e donne: gap in Italia più alto degli altri Paesi Ue

Eppure, stando a quanto riportano le ultime notizie, nel nostro Paese rispetto agli altri dell’Ue il gap a livello salariale tra uomini e donne non sarebbe esagerato e sarebbe minore rispetto a quello esistente negli altri Paesi Ue: secondo i recenti dati Eurostat, nel nostro Paese le donne guadagnano il 5,5% in meno rispetto agli uomini, mentre negli altri Paesi dell’Ue la differenza arriva fino al 27%. Ma si tratta di numeri che poco vanno d’accordo con ultimissimi dati secondo cui in Italia, le donne che lavorano sarebbero, in percentuale, ancora meno degli uomini e forte sarebbe anche la differenza di stipendi percepiti tra uomini e donne nel nostro Paese. Dalle ultime notizie emerge, infatti, che per quanto riguarda gli stipendi medi 2017, a livello nazionale, sono pari a 30.676 euro per gli uomini e a 27.228 euro per le donne, con una differenza di 12,7 punti e le donne che guadagnano l’11,2% in meno dei colleghi maschi anche se in alcuni casi ricoprono stessi ruoli con stesse responsabilità o mansioni.

Professioni più cercate e che permettono di guadagnare di più: classifiche

In un ampio panorama di figure professionali e alla luce delle ultime notizie su un mondo del lavoro che cambia ed evolve viene spontaneo porsi oggi delle domande, per esempio, quali sono le professioni più ricercate oggi? Quali quelle che permettono di guadagnare di più?

Secondo le ultime notizie, volendo fare una classifica delle professioni più remunerate oggi, sembrerebbero primeggiare i lavoratori dei comparti di amministrazione, finanza e controllo, risorse umane, segreteria, servizi generali e IT, mentre tra le figure tecniche a guadagnare di più sono i lavoratori dei comparti di ricerca e sviluppo, area tecnica e ruoli specialistico-tecnologici. Particolarmente richieste le figure del mondo del’e-commerce e technology, architetti e ingeneri, delle professioni sanitarie, in cui primeggiano chimici e tecnici biologi. Particolarmente richieste anche le figure di:

  1. fisioterapisti;
  2. logopedisti;
  3. igienisti dentali;
  4. podologi.

In relazione alle professioni oggi più pagate troviamo invece:

  1. il Chief Technology Officer, figura che lavora con le macchine, sempre più presente nelle aziende, e fondamentale nel nuovo panorama dell’economia fondata sui Big Data;
  2. il tecnico delle perforazioni, tipico del settore estrattivo e di cui ci sono pochi professionisti specializzati;
  3. l'ingegnere;
  4. il contabile, figura tradizionale ma sempre indispensabile far quadrare i conti;
  5. l’ingegnere informatico, oggi cruciale visti i processi di informatizzazione sempre crescenti;
  6. l’infermiere;
  7. il fisioterapista;
  8. il tecnico biologo di laboratorio;
  9. i chimici.


 

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il