BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Cioccolato all'olio di oliva: stare in forma, umore e cuore. Numerosi benefici

Le proprietà benefiche del cioccolato all’olio di oliva su sistema cardio circolatorio e non solo: tutti gli altri benefici

Cioccolato all'olio di oliva: stare in f

Cioccolato olio oliva benefici cuore umore benessere



I numerosi benefici del cioccolato fondente sembrano legati al contenuto di alcune sostanze quali i flavonoidi. Questi componenti servono a non far irrancidire i grassi del cioccolato, ma hanno anche un effetto antiossidante sul metabolismo delle cellule umane.

Mangiare cioccolato fa bene al cuore e all’umore e permette di mantenersi in forma. Stando a quanto riportano le ultime notizie e contrariamente a quanto correntemente si dice sul cioccolato e i suoi possibili ‘cattivi’ effetti, dall’ingrassare, ai brufoli, il consumo di cioccolato farebbe bene all’umore e alla mente e potrebbe anche ridurre il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2, quello alimentare, perché ricco di flavonoidi. La notizia sarebbe stata lanciata dai ricercatori della University of East Anglia medical school insieme a quelli del King's college di Londra che hanno controllato le abitudini alimentari e monitorato l'insulino-resistenza e i livelli di glucosio nel sangue di oltre duemila donne. Ma i benefici del cioccolato non finiscono qui, soprattutto se si parla di cioccolato all’olio di oliva.

Mangiare cioccolato all’olio di oliva fa bene a cuore e umore

Secondo quanto emerso da recenti ricerche scientifiche, infatti, il cioccolato all’olio di oliva avrebbe diversi benefici sul sistema cardiaco. Una ricerca dell’Università di Pisa ha, infatti, spiegato come l’idea di arricchire il cioccolato con olio extra vergine d’oliva rientri nel progetto ‘Toscolata’, finanziato dalla Regione Toscana cui ha partecipato insieme all’Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del Cnr-Invalsa, all’Università di Siena e all’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, idea che è stata resa possibile grazie alla combinazione di due ingredienti: il 10% di olio extravergine toscano e con il 2,5% della mela antica Panaia del Casentino.

Il cioccolato realizzato è stato successivamente testato su 26 volontari, con fattori di rischio cardiovascolari conclamati; lo studio è stato portato vanti per 28 giorni e alla fine si è riscontrato nei volontari un calo della pressione arteriosa, un aumento del colesterolo buono e nessun aumento di peso e glicemia, dimostrando non solo proprietà benefiche del cioccolato sul cuore e l’invecchiamento del sistema cardiovascolare ma anche sulla forma, il che, chiaramente, fa sorridere e tirare un sospiro di sollievo a tutti gli amanti del cioccolato che potranno certamente beneficiarne in termini di gusto ma anche di buon umore, considerando che, si sa ormai fin troppo bene, come questo alimento sia grande fonte di buon umore.

Mangiare cioccolato per mantenersi in forma

Stando ad una ricerca condotta presso l'Università di Granada e pubblicata su Nutrition, mangiare cioccolato permettere anche di rimanere in forma, a dispetto della credenza secondo cui si tratterebbe di un prodotto che fa ingrassare. La ricerca avrebbe infatti accertato che al crescere dei consumi di cioccolato diminuiscono i grassi totali distribuiti sul corpo, e in particolare sull'addome, indipendentemente dall'attività fisica svolta e dalla dieta. Lo studio, che rientra nel progetto Helena (Healthy Lifestyle in Europe by Nutrition in Adolescence), finanziato dall'Unione europea, è stato condotto da esperti che hanno monitorato i consumi di cioccolato di quasi 1.500 adolescenti di sei Paesi europei ed è emerso che indipendentemente da alimentazione e attività fisica svolta, il consumo di cioccolato è inversamente proporzionale ai grassi corporei. Ciò significa che maggiore era il consumo di cioccolato meno ingrassavano i ragazzi. Gli esperti hanno attribuito questo risultato alla elevata concentrazione di antiossidanti nel cioccolato, le catechine, che rappresenterebbero uno stimolo per il metabolismo, compensando il contenuto calorico del cioccolato.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il