BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Coldiretti, alimenti infetti e pericolosi. Lista aggiornata, black list

Ci sono anche le carni di pollo dei Paesi Bassi, il pesce spada e il tonno della Spagna tra gli alimenti considerati pericolosi per la salute.

Coldiretti, alimenti infetti e pericolos

Alimenti che fanno male alla salute



Il lungo elenco degli alimenti pericolosi per la salute è stato aggiornato dalla Coldiretti inserendone quattordici su una lista che ne può contare ormai circa 3000.

Prosegue la lotta di Coldiretti a difesa del cibo made in Italy e dell'individuazione di quegli alimenti non proprio salutari e benefici per gli standard italiani. Questa volta lo ha fatto pubblicamente in occasione del Forum internazionale dell'agricoltura e dell'alimentazione con La classifica dei cibi più pericolosi sulla base degli allarmi per rischi alimentari verificati a causa di residui chimici, micotossine, metalli pesanti, inquinanti microbiologici, diossine o additivi e coloranti nell'Unione europea. Una denominazione che lascia subito intuire quali sono le intenzioni dell'associazione dei coltivatori diretti. Sorprende e, anzi, invita ad alzare la soglia di attenzione perché sono presenti tantissimi alimenti consumati in abbondanza dagli italiani. Il suggerimento è allora di verificare con attenzione prima di adagiarli sulle tavole.

La black list dei cibi più pericolosi

Balza subito all'occhio la presenza di prodotti europei, come il pesce proveniente dalla Spagna o la carne di pollo del'Olanda, tra gli alimenti finiti nella black list di Coldiretti. Ma poi fanno la loro comparsa frutta secca, carne, spezie, dietetici e integratori. A vario titolo sono coinvolti gli Stati Uniti, la Cina, la Turchia, l'Iran, la Polonia, i Paesi Bassi, l'Indonesia, l'India e la Spagna. C'è insomma poco da stare tranquilli dai dati diffusi al Forum 'nternazionale dell'agricoltura e dell'alimentazione di Cernobbio sulla base delle rilevazioni dell'ultimo rapporto Sistema di allerta rapido europeo.

Stando allora alla lista elaborata dal Coldiretti con tanto di motivazione, i cibi più pericolosi sono

  1. il pesce (tonno e pesce spada) dalla Spagna per via dei metalli pesanti in eccesso ovvero mercurio e cadmio
  2. i dietetici e gli integratori degli Stati Uniti per via di ingredienti e novel food non autorizzati
  3. le arachidi dalla Cina per la presenza di aflatossine oltre i limiti
  4. i peperoni dalla Turchia per la presenza di pesticidi oltre i limiti
  5. i pistacchi dall'Iran per la presenza di aflatossine oltre i limiti
  6. i fichi secchi dalla Turchia per la presenza di aflatossine oltre i limiti
  7. le carni di pollo dalla Polonia per le contaminazioni microbiologiche ovvero salmonella
  8. le nocciole dalla Turchia per la presenza di aflatossine oltre i limiti
  9. le arachidi dagli Stati Uniti per la presenza di aflatossine oltre i limiti
  10. i pistacchi dalla Turchia per la presenza di aflatossine oltre i limiti
  11. il peperoncino dall'India per la presenza di aflatossine e salmonella oltre i limiti
  12. le albicocche secche dalla Turchia per la presenza di solfiti oltre i limiti
  13. la noce moscata dall'Indonesia per la presenza di aflatossine oltre i limiti e certificato sanitario carente
  14. le carni di pollo dai Paesi Bassi per la presenza di contaminazioni microbiologiche

Qualcosa comincia comunque a muoversi, argomenta Coldiretti, pronta a far presente come importanti passi avanti siano stati compiuti con l'allargamento dell'obbligo di indicare la provenienza del riso e del grano impiegato nella pasta. Ma, insiste il sodalizio, molto resta da fare un terzo della spesa non ha provenienza, dai succhi di frutta al concentrato di pomodoro fino ai salumi.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il