BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Dieta: ottenere peso ideale lo stesso se non si dimagrisce più, quando ci si blocca

Cosa fare per dimagrire quando seguendo una dieta non si riescono ad ottenere più risultati: nuovo studio e consigli

Dieta: ottenere peso ideale lo stesso se

Dieta come conviene procedere dimagrimento bloccato



Riuscire ad ottenere ugualmente il peso ideale calcolato su criteri scientifici in una dieta regolata non è sempre facile, in quanto per molti motivi, ad un cert punto, mlte persone non riescono più a dimagrire. Ecco come si uò fare.

Esiste una tabella che calcola il peso forma di ognuno di noi attraverso calcolo di massa grassa, massa magra e massa muscolare e una volta eseguiti i dovuti esami, che dovrebbero essere consigliati dal medico, allora si può intraprendere una dieta per perdere gli eventuali chili in più. Spesso però capita si seguire diete e non riuscire a perdere peso ed è in quel caso che ci si chiede quale sia il miglior modo per procedere.

Peso forma e importanza di raggiungerlo

Il peso forma varia, infatti, da persona a persona e indica il valore del peso corporeo umano più indicato per salute e benessere dell’organismo. Il peso forma, in medicina, è considerato un valore importante per valutare rischi cardiovascolari e generali di mortalità e aspettative di sopravvivenza e può essere espresso come valore assoluto in base ad altezza, età, sesso. Raggiungere il proprio peso forma, dunque, rappresenta un obiettivo che si basa sulla somma di tanti fattori differenti, che dipendono tanto dall’alimentazione quanto dalle abitudini di ogni individuo anche in relazione allo svolgimento di attività fisica che rappresenta decisamente un aiuto importante sia per il raggiungimento del proprio peso forma sia per mantenere in buona salute il proprio organismo, considerando la buona efficacia sul sistema cardiocircolatorio.

E’ possibile, dunque, raggiungere il proprio peso forma seguendo una dieta che sia corretta, sana ed equilibrata, in grado di assicurare al corpo tutti gli apporti necessari di cui ha bisogno per funzionare bene e star bene e per arrivare al peso ideale il consiglio è quello di eseguire esercizi fisici e seguire una moderata dieta ipocalorica, che sia bilanciata dal punto di vista delle sostanze nutritive, permettendo, così, di perdere circa il 75% di massa grassa e il 25% di massa magra. Per quanto riguarda l'attività fisica da praticare, il consiglio è quello di evitare sport pesanti che possano avere impatto negativo sulle articolazioni, soprattutto se in forte sovrappeso, e praticare, invece, sport come la camminata, lo jogging, il ciclismo e il nuoto.

Essere a dieta ma non riuscire a dimagrire: cosa fare?

Ma il consiglio più importante che bisognerebbe seguire per dimagrire e raggiungere il proprio peso forma in maniera concreta è innanzitutto quello di 'lavorarci' con la mente, senza troppe fissazioni ma con tenacia e forza di volontà perchè, come sappiamo, tutto parte dalla nostra testa. Capita spesso, infatti, di seguire diete senza alcun risultato e si tratta di 'fallimenti' che possono derivare sia da una predisposizione mentale sia anche da la fatto che si sbaglia alimentazione. La dieta che stiamo seguendo, probabilmente, non è la migliore e la più adatta per il nostro organismo. Il consiglio sarebbe innanzitutto quello di rivolgersi ad un esperto nutrizionista che dopo attento esame del nostro corpo sappia farci una dieta su misura, quindi:

  1. rilassarsi, smettere magari la dieta o le diete che da tempo si seguivano;
  2. liberarsi delle costrizioni;
  3. mangiare ciò che piace per qualche settimana.

Non saranno certo due settimane a far aumentare di tanto peso.

Secondo uno studio condotto dalla School of Health Sciences della University of Tasmania, infatti, è importante prendersi due settimane di pausa dalla dieta quando i risultati non arrivano. I ricercatori sono arrivati a questa conclusione dopo aver tenuto sotto controllo due diversi gruppi di persone, il primo ha seguito un regime alimentare rigoroso per 16 settimane, l'atro a giorni alterni e dai risultati è merso che le persone del secondo gruppo sono dimagrite più facilmente rispetto ai ‘colleghi’ del primo gruppo.

Secondo quanto spiegato dai ricercatori, riducendo la quantità di cibo assunto, diminuisce anche l'energia e il metabolismo rallenta, dando origine alla termogenesi che rende difficile perdere peso, mentre quando si trasgredisce, a volte, il corpo torna a funzionare facilitando la perdita dei grassi. E’ bene sempre e comunque non esagerare continuare a privilegiare frutta, verdura e carni magre anche nei momenti di ‘peccati di gola’.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il