BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Dieta è più difficile per chi mangia fuori, ecco come riuscire a dimagrire lo stesso

Cosa mangiare anche quando si pranza fuori casa per dimagrire ugualmente: consigli per piatti da preparare o scegliere al ristorante

Dieta è più difficile per chi mangia fuo

Dieta chi mangia fuori regole dimagrire



Mangiare fuori casa anche solo a pranzo o in mensa, anche solo qualche volta, può rednere più difficile seguire la propria dieta. Ecco come si può procedere

Spesso si mangia fuori casa, soprattutto nella pausa pranzo durante la settimana, quando per motivi di orari non si può tornare a casa per prepararsi un buon pranzetto salutare, ma anche durante il week end quando tra cene del sabato sera e pranzi della domenica in compagnia si tende sempre un po’ ad esagerare. Non è detto, però, che mangiare fuori casa non possa permettere di seguire una dieta e perdere perso ugualmente. Basta semplicemente scegliere i giusti pranzi da cucinarsi a casa e portare in ufficio o quelli da consumare se si va al ristorante. E la scelta è molto ampia.

Dieta e cibi per dimagrire anche mangiando fuori casa

Se si decidesse di mangiare al ristorante o in mensa, il consiglio è quello di scegliere piatti semplici e poco conditi come una semplice pasta al pomodoro fresco se possibile o:

  1. pasta con le verdure;
  2. pasta o riso condito con olio e parmigiano;
  3. carne bianca alla griglia;
  4. formaggi magri;
  5. verdura cotta come contorno, al vapore, in padella, alla griglia, lessata, o cruda.

E se non si riesce a rinunciare al dolce, meglio scegliere gelati, meglio artigianali se possibile, mai preconfezionati, o, meglio ancora, sorbetti, evitando dolci ricchi di crema o panna e imbevuti di liquore, o scegliendo quelli a base di frutta.

Per una pausa pranzo al bar, si possono anche scegliere piatti unici composti, come una porzione proteica di carne, pesce o legumi, con verdure e un panino piccolo, a cui aggiungere un frutto fresco; o le classiche insalatone, magari con pomodori, tonno, uovo o pollo alla piastra, o fatta con riso od orzo lessati e ortaggi. Si possono magiare a pranzo, fuori casa, anche panini e piadine, purchè non contengano insaccati, come prosciutti e salami, o alimenti ricchi di sale, causa di ipertensione, ritenzione e cellulite, e di grassi di tipo saturo. Via libera anche a focacce e pizze, da preferire, anch’esse, semplici, con pomodori e mozzarella, verdure grigliate, affettati magri.

Mangiare fuori e dimagrire: le idee della dieta detox per il pranzo

Chi trascorre fuori la pausa pranzo o capita mangi fuori potrebbe anche seguire il piano della dieta detox disintossicante, scegliendo come alimenti da ordinare o prepararsi da portare in ufficio riso, meglio se nero perché in grado di controllare gli stati infiammatori grazie al contenuto in fitonutrienti antiossidanti e ripulire le arterie dai depositi di grasso, condito con verdure, meglio se di stagione e bollite. O potrebbe preparare riso con succo e scorza di limone grattugiata, che stimola la digestione e disintossica, abbassando il livello degli acidi urici. O, ancora, l’ideale sarebbe preparare una ricca insalata di fagioli, lattuga e noci.

Insomma potrebbero essere tante le idee per un pranzo fuori casa che non sia eccessivo ma salutare ed equilibrato, che permetta anche di dimagrire, come propongono i dettami della dieta detox tra totale abolizione di carboidrati raffinati, come pasta, pane bianco, carne, formaggi, bevande gassate e zuccherati, e largo consumo di frutta e verdura, meglio se di stagione; ortaggi, come lattuga, rucola, scarola e cicoria, fagioli, noci, cereali integrali, proteine magre e probiotici.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il