BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Dieta immediata e facile senza bilancia. E' la dieta volumetrica

Cos’è e come funziona la dieta volumetrica per perdere peso velocemente e senza troppi sacrifici: consigli e ultima tendenza

Dieta immediata e facile senza bilancia.

Dieta volumetrica facile risultati immediati



Dieta mon amour. Perdere peso e rimettersi in forma è una delle aspirazioni più diffuse tra giovani e meno giovani. Tra le tendenze più in voga in quest'ultimo periodo la dieta volumetrica occupa le posizioni di vertice. Un modo semplice per perdere peso velocemente e senza fare troppi sacrifici. Qui potrete trovare qualche indicazione utile. 

Permette di perdere peso in maniera immediata e facilmente, aiuta a controllare il peso senza l'ansia della bilancia e permette rimanere in buona salute senza provocare alcun danno all'organismo: è la nuova cosiddetta dieta volumetrica, ideata dalla dottoressa Barbara Rolls, direttrice del Laboratory for the Study of Human Ingestive Behavior della Penn State University, vincitrice di diversi premi universitari, e che prevede un'alimentazione decisamente varia, motivo, forse, del successo riscosso nel mondo da questo regime alimentare.

Dieta volumetrica: cos'è e cosa prevede

Stando a quanto riportano le ultime notizie, la dieta volumetrica prevederebbe un regime alimentario decisamente vario ed equilibrato purchè fatto di alimenti poco calorici ma che siano sazianti abbastanza da non far mangiare in continuazione il paziente. Se, per esempio, come spiegato dalla dottoressa, mangiassimo un bel piattone di zucchine grigliate, difficilmente avvertiremo un senso di fame, considerando che si tratta di una verdura ricca di acqua e nutrienti racchiusi in pochissime calorie. La dieta volumetrica suddivide i cibi in quattro:

  1. la prima, ad alta densità calorica, con alimenti che hanno dalle 400 alle 900 calorie per 100 grammi;
  2. la seconda, a media densità calorica, con alimenti che hanno da 150 a 400 calorie;
  3. la terza, a bassa densità calorica, con alimenti che hanno da 50 a 150 calorie;
  4. la quarta, a molto bassa densità calorica, che hanno da 0 a 50 calorie.

La dieta volumetrica distingue, inoltre, gli alimenti, in particolare:

  1. tra gli alimenti ad alta densità calorica vi sarebbero butto, pizza, snack salati, patatine, dolci, fritture, alcuni tipi di pane, cracker, biscotti alla frolla, oli vegetali, caramelle, frutta secca;
  2. tra gli alimenti a densità calorica media, vi sarebbero uova, carne rossa, formaggi;
  3. tra gli alimenti a bassa densità calorica, vi sarebbero patate, legumi, cereali, pasta, pesce, carne bianca, tuberi e zucca;
  4. tra gli alimenti a densità calorica molto bassa, vi sarebbero vegetali a foglie verdi, finocchi, cavoli, sedano, carote, yogurt, latte, zuppe e minestroni.

Dosi della dieta volumetrica

Conosciute le differenze di alimenti effettuate dalla dieta volumetrica, è bene chiarire che la bilancia pesa alimenti in questo regime alimentare viene sostituita dal calcolo delle dosi di cibo ma mangiare fatto in base alla grandezza delle ciotole, che sarebbero cinque, e un piatto. Le ciotole hanno una grandezza variabile: la più grande è per la dose più giusta di verdure crude, quella più piccola per la dose dei vegetali cotti; la terza ciotola per carboidrati e legumi; e la quarta per frutta, uova e formaggi magri. Il piatto, invece, serve per calcolare la giusta quantità di pesce, formaggi duri e carne da consumare.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il