BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Dieta: pancia piatta, tonica e diminuire gonfiore addominale. I tre metodi migliori

Come avere una pancia piatta e un addome in perfetta linea: i consigli e le diete da poter seguire. Cosa prevedono

Dieta: pancia piatta, tonica e diminuire

Dieta tre sistemi pancia piatta gonfiore addominale



Come fare a d avere ua pancia piatta, diminuire il gonfiore addominale che molti hanno anche quando si è magri o comunque in peso forma? Occorre stare molto attenti alla alimentazione ma ci sono almeno tre sistemi e metodi che possono davvero aiutare.

Avere la pancia piatta, il sogno di ogni donna, ma se si ha un leggero gonfiore o solo un po’ di pancetta basta seguire qualche giorno di sana alimentazione, decisamente mirata, per sgonfiare l’addome, eliminando aria e gas, e tornare in forma smagliante. Se, infatti, i chili da perdere non sono troppi basta rivedere la propria alimentazione e per sgonfiare la pancia e tonificare i fianchi, insieme ad una corretta alimentazione, è consigliabile svolgere anche degli esercizi fisici mirati. I semplici consigli da seguire sono quelli di:

  1. evitare le bevande gassate e zuccherate;
  2. evitare gli alcolici;
  3. evitare i dolci;
  4. consumare frutta e verdura;
  5. consumare in maniera moderata senza eliminare del tutto i carboidrati, che forniscono anch’essi fondamentali principi per il nostro organismo.

Come eliminare la pancia e i tre sistemi migliori

Certamente, per avere una pancia piatta non è consigliabile la dieta del digiuno ormai tanto in voga che promette di perdere kg in pochissimo tempo ma, potremmo dire, facili da riprendere, quindi se l’intento è quello di sgonfiarsi e riuscire a mantenere una pancia piatta sempre sarebbe preferibile evitare questo drastico regime. Per avere una pancia piatta e sgonfiare l’addome l'importante è mangiare poco e preferire alimenti diuretici e ricchi di fibre, per drenare e favorire la regolarità intestinale. E’, infatti, la stitichezza la responsabile del gonfiore addominale e dei chili di troppo della pancetta.

Basterebbe, dunque, seguire per due al massimo tre giorni una dieta rigorosa e, potremmo dire, purificante. La dieta pancia piatta vale specificamente per chi non ha grossi problemi di peso, ma deve smaltire qualche chilo in più localizzato soprattutto sull'addome e all'altezza del giro vita. Si tratta di una dieta piuttosto restrittiva di appena 900 calorie al giorno e prevede:

  1. un pasto principale a mezzogiorno, che può essere di proteine, per cui si può scegliere tra pesce e carne, o di carboidrati in dosi modeste, meglio se sotto forma di cereali integrali, che favoriscono la motilità intestinale e limitano l'assorbimento dei grassi;
  2. spuntini di frutta per controllare la fame, combattere la stitichezza e non causare gonfiore. Per favorire il transito intestinale, è consigliabile scegliere soprattutto prugne fresche, o secche reidratate in acqua, kiwi e pere ben mature. La frutta è perfetta a colazione per il suo effetto energetico e saziante. Ricche di fibre anche ciliegie, pesche, albicocche e melone.

Altro sistema alimentare da seguire per avere una pancia piatta potrebbe essere quello proposto dalla dieta mediterranea, perfetto equilibrio e combinazione di proteine, carboidrati, vitamine, grassi e sali minerali che se ben seguita riesce a garantire una pancia piatta e nessun gonfiore addominale assicurando sazietà e gusto.  

Terza dieta da seguire per avere una pancia piatta è proprio la dieta per sgonfiare la pancia, che permette di perdere 4 chili e avere un addome piatto e che prevede un uso contenuto dei condimenti, privilegiando spezie e aromi. In questa dieta la verdura può essere consumata a volontà e sono previsti come condimenti cinque cucchiaini di olio extravergine di oliva al giorno. Il quantitativo giornaliero di frutta previsto è di 400 gr. Gli spuntini prevedono prodotti da forno, purché in piccole quantità (30 gr) e non oltre le 330-340 kcal per 100 gr e una volta a settimana si possono sostituire i 30 gr di prodotti da forno con un bicchiere di vino o una birra piccola (330 ml).
Per quanto riguarda la colazione, si possono consumare tè o caffè; 30 gr di cereali o pane; 200 ml di latte parzialmente scremato o 150 gr di yogurt magro anche alla frutta; 2 cucchiaini di zucchero o in alternativa 10 gr di marmellata. Ad ogni regime alimentare sarebbe consigliabile, inoltre, associare un’attività fisica anche moderata, come lunghe passeggiate, leggere corsette o il nuoto.

Alimenti da evitare per avere una pancia piatta

Gli alimenti che bisognerebbe evitare di consumare per avere una pancia piatta ed evitare gonfiore addominale e che possono causare stitichezza sono soprattut:

  1. gli insaccati, ricchi di sale che trattiene i liquidi e che possono essere anche ricchi di grassi e di colesterolo, come la pancetta o il salame;
  2. i legumi, che contengono sì fibre e proteine, ma possono causare la formazione di gas addominale e quindi rendere più gonfia la pancia;
  3. i dolci di tutti i tipi, perché lo zucchero infatti causa fermentazione e, di conseguenza, gonfiore;
  4. bevande alcoliche e gassate.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il