BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Influenza 2018: Natale a Capodanno il picco. I sintomi.

Ecco il picco dell'influenza, sta arrivando tra Natale e Capodanno 2018: quali sono i sintomi, come si manifesta e

Influenza 2018: Natale a Capodanno il pi

nuova influenza arrivo sintomi cure



L'influenza di quest'anno, nonostant già in tanti siano a letto, avrà i suo picco tra Natale e Capodanno. Ecco i sintomi secondo gli esperti

Come ogni anno, con la fine dell'estate, l'inizio dell'autunno e del primo freddo, si prepara ad arrivare la nuova influenza 2017-2018 che dovrebbe mettere a letto di nuovo tantissimi italiani. E ci si chiede che è gi disponibile o lo sarà presto un vaccino anti-influenzale per evitare di ammalarsi e quali sono i sintomi che annunciano questa nuova influenza 2018

Influenza 2018: come sarà

La risposta alla prima domanda è sì, ci saranno dei vaccini che si potranno fare e che saranno disponibili dal prossimo mese di ottobre e la risposta per la seconda domanda è che in sintomi che si manifesteranno saranno simili a quelli dell'influenza diffusasi lo scorso anno. Quali sono?

  1. dolori muscolari;
  2. brividi e tremori;
  3. mal di testa;
  4. senso di forte affaticamento;
  5. mal di gola.

Ricordiamo che nei bambini l’influenza si manifesta più rapidamente di un raffreddore e con sintomi più forti. E se la maggior parte dei soggetti in giovane età in salute guarisce dall’influenza senza alcuna conseguenza con febbre e dolori muscolari che solitamente durano solo da due a quattro giorni, con la tosse e la stanchezza che possono invece protrarsi per una, due settimane o, in alcuni casi, anche di più, decisamente diversa è la situazione nei bambini. Nei più piccoli, infatti, l’influenza può causare polmonite e bronchite o crup, un’infezione della gola e delle corde vocali che dà raucedine, tosse canina, respiro rumoroso. Nelle donne in gravidanza, l’influenza può causare complicazioni più severe, giacchè i cambiamenti del sistema immunitario, del cuore e dei polmoni durante la gravidanza rendono le gestanti più soggette all’influenza e alle sue complicazioni. Il vaccino antinfluenzale è la migliore protezione per la gestante e il bambino, quest’ultimo anche dopo la nascita, ed è la protezione migliore dall’influenza.

Vaccino influenza 2018: disponibilità e consigli

Il vaccino per contrastare l’influenza 2018 come sopra accennato, sarà disponibile dalla metà del prossimo mese di ottobre e la protezione del vaccino inizierà circa due settimane dopo la vaccinazione e avrà una durata per 6-8 mesi circa, per poi decrescere. E’ stata pubblicata in Gazzetta ufficiale la Determina dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) sulla composizione del vaccino per la stagione 2017-2018, che sarà leggermente diverso da quello del 2016, giacchè sarà inserita una variante nuova del virus AH1N1, detta Michigan. Per il resto il vaccino anti-influenzale avrà la stessa composizione di quello del 2016-2017, con i ceppi H3N2 e B. Stando a quanto reso noto dagli esperti, la stagione influenzale alle porte dovrebbe essere di media intensità, con non meno di 5 milioni di casi.

Un'influenza da non sottovalutare, considerando che l'anno scorso gli effetti più pesanti si sono avuti sui soggetti più a rischio e fragili", spiega. Nella stagione 2016-2017, stando ai dati dell'Istituto superiore di sanità (Iss), l'influenza ha messo a letto 5,5 milioni circa di persone, con un'incidenza di 93 casi per 1000 abitanti (durante la pandemia del 2009-2010 furono 99 casi per 1000). Il numero di casi gravi confermati di influenza sono stati 162 e 68 i decessi.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il