BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Sesso, ultimi 20 anni tutti i cambiamenti tra giovani e tutte le età

I giovani d'oggi sono in cerca di novità, osano con minore timidezza e hanno meno timori dei giudizi sociali nel caso di rapporti con lo stesso genere.

Sesso, ultimi 20 anni tutti i cambiament

Sesso, i giovani sperimentano di più



Cosa cambia nei rapporti intimi attualmente al variare dell'età? cìCe cosa si cerca dal proprio partner? E qual sono tati le modifiche negli ultimi 20 anni? E i giovani di oggi?

Sarà che con l'età si acquista maggiore esperienza e dunque ancora maggiore capacità di riuscire a fare giochetti di prestigio a letto, ma sono i più giovani ad aver maggior desiderio di andare alla scoperta di novità. Anzi, sono proprio i giovanissimi, i millenials a mostrare maggiore predisposizione alla sperimentazione nei rapporti intimi. A rivelarlo è uno studio ospitato nelle pagine del Journal of Adolescent Health che ha svelato anche una seconda novità, forse ancora più significativa della prima: i giovani di oggi sono ben diversi da quelli delle generazioni precedenti. Non è tanto e non solo una questione di gusti, ma della maggiore disinibizione, della minore timidezza, del maggior desiderio di esplorare situazioni differenti senza troppi timori perché in fin dei conti fare l'amore è un'attività naturale.

Giovani d'oggi più desiderosi e meno timidi

Prima di entrare nel cuore dei risultati della ricerca del Journal of Adolescent Health, una premessa è d'obbligo: lo studio è localizzato nel Regno Unito ovvero ha preso in considerazione 45.000 intervistati nel lungo arco temporale che va dal 1990 al 2012. Ebbene, se più di un millennial su 10 rivela di aver sperimentato rapporti intimi super completi a 18 anni e 3 su 10 tra 22 e 24 anni, significa che il cambiamento delle abitudini a letto legato all'età non solo è iniziato ma è già in corso. Viene da credere che la prima ragione di questa maggiore spigliatezza vada cercata nei diversi costumi di una società sicuramente più tollerante e aperta rispetto a quella di 20-30 anni fa. I comportamenti a letto sono visti un po' meno come tabù di cui non si può parlare e sperimentare viene considerato un fatto tutto sommato normale.

Come argomentato da Kaye Wellings, una delle autrici della ricerca pubblicata sul Journal of Adolescent Health, questi cambiamenti devono sorprendere solo a una lettura superficiale perché in realtà riflettono proprio la maggiore apertura mentale della società. Si tratta di quella trasformazione di cui siamo spettatori quasi inconsapevoli perché avvengono lentamente e sotto traccia, quasi senza che ne accorgiamo. Almeno noi adulti perché i più giovani ne sono coscienti e lo sanno benissimo. Ma c'è anche un altro fatto che sta incidendo in maniera predominante nella rottura dei vecchi schemi ed è la maggiore facilità di reperire informazioni sul web e la comunicazione senza soste sui social. Si tratta di strumenti assenti in passato e che oggi stanno incidendo in maniera preponderante anche sotto questo aspetto.

L'età della prima volta

C'è però un altro aspetto che non è poi tanto cambiato ed è l'età della prima volta. I giovani d'oggi sono in cerca di novità, osano e hanno meno timori dei giudizi sociali nel caso di rapporti con lo stesso genere. Ma qualunque sia l'attitudine, la maggior parte dei millenials attende i 16 anni prima di un rapporto intimo completo. La ricerca sottolinea il bisogno di un'educazione accurata che permette di chiarire concetti come il consenso e la sicurezza in un gran numero di diverse pratiche a letto.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il