BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Solitudine, scienziati scoprono che fa molto male alla salute fisica. I rimedi

Chi trova un amico trova un tesoro. Proverbio che assume un'importanza ancora maggiore alla luce di questo studio che mette in evidenza gli effetti nocivi che ha la solitudine per la salute dell'uomo

Solitudine, scienziati scoprono che fa m

Quali sono gli effetti della solitudine sulla salute dell'uomo? Lo spiega una ricerca che evidenzia come sia molto rischioso uscire dal circuito delle relazioni con gli altri



Che la solitudine faccia male alla salute lo si sapeva. Ma adesso una ricerca messa a punto da alcuni scienziati entra bel merito della questione. Gli studiosi, infatti, scoprono in questa loro ricerca quello che è stato già raccontato in centinaia e centinaia di canzoni, poesie e racconti. La solitudine fa molto male alla salute e adesso su quest’affermazione ci si può apporre il bollino della scienza. Certo stare da soli può avere anche effetti benefici.

Spesso si dice che bisogna trascorrere un periodo soli con sé stessi per ritrovarsi o concedersi una pausa dal tran tran della vita quotidiana. Ma assumere un atteggiamento chiuso, vivere in solitudine, non rappresenta una prospettiva utile a vivere meglio, tutt’altro. Per fortuna però esistono tanti rimedi da utilizzare per correggere il tiro nel caso in cui ci si renda conto di sprofondare pericolosamente verso la solitudine.

Solitudine scienziati scoprono che la solitudine fa molto male

Questa ricerca sugli effetti negativi della solitudine sulla salute degli esseri umani, condotta e pubblicata da un pool di scienziati che hanno studiato oltre quindicimila persone in un’età compresa tra i trentacinque e i settantaquattro anni, monitorando le fasi della vita in un arco di tempo di cinque anni, durante i quali è stato tenuto sotto costante controllo il livello di salute psicofisica associato alla valutazione della presenza di un sentimento di solitudine.

Quindi la notizia, che non sorprende poi più di tanto, assume una dimensione scientifica che sarà difficile da confutare. D’altra parte lo scrisse già il filosofo Arostotele che l’uomo è un animale sociale. E a distanza di circa duemila le quattrocento anni, la scienza sembra dare proprio ragione al filosofo greco. Gli scienziati oggi scoprono infatti che la solitudine fa molto male perché è capace di intaccare la salute mentale delle persone.

E quando ciò accade si salvi chi può. Un alterato stato mentale, infatti, espone l’uomo a vari rischi tra cui quello di incappare più spesso del dovuto in qualche malattia, un maggior numero di visite e ricoveri in ospedale e all’utilizzo di psicofarmaci. Tirarsi fuori dalla rete di relazioni che si intrecciano naturalmente durante la vita quotidiana, è pericoloso e rischia di far ammalare quelli che decidono, per un motivo o per un altro di chiudersi nel proprio bunker.

Solitudine quali sono i rimedi

Sprofondare nella solitudine non è un processo che avviene dall’oggi al domani. È un cambiamento molecolare della persona che, a causa delle motivazioni più disparate, inizia a percorrere una strada che poi si rivelerà senza via di uscita. E a quel punto c’è poco da fare se non prendere coscienza di aver superato ogni limite.

Ma fare il percorso a ritroso e tessere nuovamente quella fitta rete di relazioni che rappresenta una sorta di panacea contro ogni male non è semplice. Ma questo non vuol dire che non sia possibile. I rimedi da prendere nel caso in cui l’isolamento, si trasformi in solitudine, sono semplici. Ma bisogna ricorrervi nel più breve tempo possibile. Quindi concedersi delle pause di solitudine va bene. Ma poi sotto con le relazioni.

Tra i rimedi più efficaci, quello di scrivere resta uno dei più efficaci. Un blog, un diario per esempio. Porsi obiettivi a breve termine di socializzazione, partecipare ad incontri con altre persone cercando di entrare in contatto con la maggior parte di essi. Frequentare parchi e biblioteche, potrebbero essere rimedi utili a superare la propria solitudine.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il