BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Vegani, differenti piatti vegetali sono più grassi di molti considerati tra peggiori

Dieta vegana leggera e sana e miti da sfatare: alcuni piatti vegetali grassi tanto quanto il cibo spazzatura. Esempi

Vegani, differenti piatti vegetali sono

Vegani differenti piatti vegetali grassi considerati peggiori



Chi sceglie di seguire la dieta vegana spesso pensa di mangiare alimenti decisamente leggeri, poveri di grassi e nutrienti, considerando l’eliminazione di tutti i cibi di derivazione animale ma, stando a quanto riportano le ultime notizie, mai credenza fu più falsa. Non sempre, infatti, i cibi della dieta vegana, nonostante non siano di origine animale, sono sinonimo di leggerezza e assenza di grassi. Anzi. In alcuni casi come vedremo sotto, potrebbe trattarsi di cibi anche più grassi di quelli considerati più grassi in assoluto come il cibo spazzatura tanto amato.

Dieta vegana: cosa prevede

E’ vero, infatti, che la dieta vegana si basa sul consumo esclusivo di cibi vegetali, bandendo qualsiasi prodotto di origine animale e vietando non solo il consumo di carne e pesce, ma anche di latte, uova, formaggi, miele e qualsiasi derivato animale, regime alimentare che, secondo le ultime notizie, si sta particolarmente diffondendo anche nel nostro Paese dove, ben si sa, il cibo è sacro, ma i numeri parlano chiaro, considerando che in Italia vi sarebbero ben 4,2 milioni di vegetariani (dati 2014), di cui circa 700 mila vegani, ma è anche vero che diversi piatti vegetali risulterebbero anche più grassi di molti di quelli considerati tra i peggiori.

Dieta vegana: alcuni piatti vegetali più grassi di altri considerati peggiori

Stando a quanto riportano le ultime notizie, infatti, alcuni piatti vegetali della dieta vegana sarebbero più grassi anche dei cosiddetti cibi spazzatura. E si tratta di ultime notizie che sfatano letteralmente il mito secondo cui i piatti vegetali siano esclusivamente sani, buoni e poveri di calorie. Per fare alcuni esempi pratici riportati dal quotidiano inglese Daily Mail, basti pensare che una pizza ai peperoni può contenere più di 1.200 calorie, un piatto di riso al curry con verdure più di 1.100 e quasi 50 grammi di grassi, un peperone ripieno mille calorie, una zuppa di spaghetti contiene ben 55 grammi di grassi molti più di un hamburger che ne contiene 33.

E’ vero poi che la dieta vegana predilige il consumo di cereali integrali per il migliore apporto nutritivo, legato in particolare al maggior contenuto in vitamine, sali minerali e fibre, scegliendo riso, grano, farro, avena, orzo, miglio e altri cereali al posto pasta e pane che comunque rappresentano la fonte principale di energia come raccomandato da ogni dieta equilibrata e corretta, ma è anche vero che spesso proprio nei cereali sono nascosti zuccheri in grandi quantità.
 

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il