BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Vitamina D fondamentale, ma poco presente. Scarsa porta problemi da meno gravi a diabete e sclerosi multipla

Vitamina D, un elemento assolutamente fondamentale per il nostro corpo che porta tanti benefici e ora ancora di più come hanno dimostrato alcune recenti ricerche. Il problema è l'assunzione

Vitamina D fondamentale, ma poco present

Tutti i benefici della Vitamina D e i rischi di non averne abbastanza



E' molto importante avere una giusta dose di Vitamina D nel nostro corpo, ma nello stesso tempo è complicato per tutta uans erie di ragioi che abbiamo spiegato sotto. Ma sarebbe ancora più importante visto che recenti studi hanno sottolineato nuove possibilità di malattie sia gravi che meno gravi pe la sua scarsità nel nostro organismo.

Una delle vitamine più importanti per il nostro corpo per i tanti benefici che comporta è la vitamina D, che nonostante sia prodotta anche grazie all'esposizione al sole e in Italia ne dovremmo avere dei vantaggi, circa l'80% di noi ha una carenza, in modo particolare negli anziani e nelle donne in menopausa.

I benfici tradizionali e delle ricerche recenti

La vitamina D ha numerosi benefici tra cui quelli delle ossa, per la fortificazione e il diminuire di casi di osteoporosi o anche di semplici frattura. Ma nelle ultime ricerche condotte da diversi studi può avere effetti per la prevenzione del diabete di tipo due nonchè per i diminuire i casi di sclerosi multipla soprattutto nelle donne in cui ve ne è una carenza.

Il primo test e studio sulla prevenzione dei diabete due, in soggetti già con una predisposizione è stato presentato alla riunione che si tiene ogni 12 mesi dell'EASD a Lisbona in Portogallo da un gruppo di ricerca di italiani guidato da Ernesto Maddaloni, mentre il secondo ventaggio della vitamina D per la prevenzione della sclerosi multipla è stato dimostrato da una ricerca effettuato negli Usa, a Boston, alla Harvard TH Chan School of Public Health, che ha dimostrato una maggior percentuale di sviluppo della sclerosi multipla in soggetti, soprattutto donne che avessero nel sangue meno del 50% della quantità richiesta nel corso dei successivi 9 anni. Sono
stati presi inconsiderazione oltre 3mila persone tra uomini e donne.

Da ricordare nei benefici tradizionali, confermati ancora da ricerche nell'ultimo periodo, la difesa di tumori del cancro e del colon. Il primo studuio su quetso fu fatto nel 2015 sempre negli Usa a Boston, ma dall'Istituto Dana Farber-Cancer.

Altro elemento da cui da tutti è conosciuto, la vitamina D, permette di abbronzarsi al meglio, ma anche evitare scotattaure solari e diminuire le infiammazioni legate ad esse. dimostrato anche questo negli ultimi tempi da un ennesimo studio Usa.

Un altro beneficio della vitamina D, è la difesa al tumore del retto-colon quando se ne hanno delle buone quantità nel sangue come ha dimostrato la ricerca una ricerca americana effettuata a Bostn all'Istituto Dana Farber-Cancer

Quando manca la vitamina D, vi è più rischio di osteoporosi e poblemi alle ossa per gli anziani, ma in generale per tutti dolori osseri, reumatismi, artrite fino al rachitismo per i bambini. Si richia di più anche l'infarto, come dimostrato da un ampia ricerca condotta dal Centro Cardiologico Monzino di Milano. E chi ne ha poca, presenta un colon irritabile maggiore con i relativi sintomini evidenziato da uno studio pubblicato sul British Medical Journal Open Gastroenterology

Come avere la Vitamina D

E' necessaria una diversa quantita di vitamina D in base al proprio corpo con da bambini, ragazzi e adulti fino ai 50 anni, 200 unità al giorno, mentre sopra fino ai 70 anni 400 unità, per passare poi ancora di più alle 600 unità per gli over 70.

La formazione della vitamina D è basata su quanto si sole si prende e nei mesi invernali è piuttosto complesso avere la quantità necessaria, mentre in primavera e in estate bastano anche solo 10 minuti di stare fuori all'aria aperta. Certo che in estate la sostanza che aiuta la formazione ovvero colecalciferolo può formare una riserva nel tessuto da liberare in inverno.

Aiutarsi ad arrivare alla vitamina D con una giusta alimentazione può essere un passaggio da fare, ma non è semplice i quanto nessun cibo ne ha veramente molta. L'olio di fegato di merluzzo ne ha molta, ma non è usato in Italia particolarmente, anzi...Verdura verde, pesci grassi, uova, latte e derivati e fegato, ne hann, ma sempre poca.
Quindi, davvero, l'unica soluzione reale rimane il sole.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il