BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Volo EasyJet Francia: mistero improvvisi malori e svenimenti passeggeri, equipaggi, piloti

La decisione di provare l'atterraggio di emergenza nell'aeroporto di Parigi è giunta dopo gli svenimenti e i malori (nausea, senso di vomito) improvvisi che hanno colto piloti passeggeri ed equipaggio

Volo EasyJet Francia: mistero improvvisi

Che cos'è successo al volo di EasyJet che ha fatto atterraggio di emergenza a Parigi? Nausea, vomito e malessere a bordo. Scopri il perchè



Non è chiaro almenio ancora non del tutto che cosa sia successo sul volo Easyjet che in Francia ha dovuto fare un atterragio di emergenza dopo malori e svenimenti da parte dei piloti, equipaggio e passeggeri.

La notizia sta circolando solo in questi giorni, ma la paura che si è scatenata a bordo del volo EasyJet decollato da Palma de Maiorca e in viaggio verso Luton è datata tre ottobre. Durante il volo il comandante ha dovuto fare un atterraggio di emergenza a Parigi. Ma dalle prime indiscrezioni che stanno circolando in queste ore la pista terroristica sarebbe da escludere al cento per cento.

La causa della decisione, che evidentemente è stata coerente con una procedura di sicurezza prevista dalla compagnia, sono stati gli svenimenti e i malori improvvisi che hanno colto piloti, passeggeri ed equipaggio. Nausea, senso di vomito hanno assalito il velivolo e tra le cento persone a bordo si sono contate diverse vittime di questi fastidiosi sintomi. Il comandante ha quindi optato per la soluzione di emergenza, salvando molto probabilmente la vita ai passeggeri. Ancora da chiarire le cause di quello che è successo anche se la compagnia ha escluso che si possa trattare di un problema legato al cattivo funzionamento dell’impianto di areazione del velivolo. La cosiddetta sindrome aerotossica.

Volo EasyJet svenimenti malori improvvisi

La paura sul volo di EasyJet è stata tanta. Per fortuna gli svenimenti e i malori improvvisi non hanno distolto il comandante dalla lucidità di cui non si può mai fare a meno quando si è al comando di questi bestioni che solcano i cieli del mondo intero. Così la decisione di deviare dalla rotta prevista ed atterrare a Parigi è stata la soluzione migliore. Una volta nel capoluogo francese molti passeggeri e membri dell’equipaggio hanno richiesto le cure mediche, mentre il co-pilota è stato addirittura ricoverato in ospedale. Tanta paura, dunque, ma nessuna conseguenza seria e soprattutto scongiurato ogni eventuale attacco terroristico.

Una storia attorno alla quale aleggia ancora un po’ di mistero perché la compagnia ha escluso che si tratti di “sindrome aerotossica”. Cioè che i malori possano avere qualche correlazione con la qualità dell’aria che si respirava all’interno del velivolo. Ipotesi scartata con decisione dalla stessa EasyJet che punta a mantenere il suo altissimo range tra le compagnie aeree soprattutto per quel che riguarda le innovazioni come la collaborazione con una startup americana che dovrà sfociare nella nascita di un velivolo corto raggio a due posti a emissioni zero entro due decenni.

Malori piloti, passeggeri ed equipaggio

I malori dei piloti dei passeggeri e di parte dell’equipaggio hanno provocato ansia e preoccupazione a bordo. Una volta a terra, a Parigi i circa cento passeggeri sono stati fatti scendere sul velivolo e visitati. Diversi passeggeri hanno richiesto l'aiuto dei medici, mentre il co-pilota è stato trasportato in ambulanza al vicino ospedale. EasyJet ha detto che gli ingegneri che hanno esaminato l'aereo hanno identificato la causa in una perdita di liquido idraulico che ha causato un forte olezzo ad alta quota. L’aereo è atterrato senza problemi.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il