BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Zucchero, rischi per la salute: ricerche e studi nascosti da industrie

Le ricerche da alcuni studiosi dell’Università della California di San Francisco sull'insabbiamento di alcuni studi negli anni '60 evidenziano come gli interessi possono prevalere sulla salute

Zucchero, rischi per la salute: ricerche

La relazione tra un consumo eccessivo di zucchero e i rischi per la salute vennero scoperti già mezzo secolo fa, ma vennero sospesi e insabbiati. Scopri il perchè



La verità prima o poi viene sempre a galla e nella maggior parte dei casi è una verità scomoda. Se la ricerca che in questi giorni sta letteralmente gettando un’ombra inquietante sull’operato della ‘sugar industry’ colpevole di aver consapevolmente insabbiato, interrompendo, ormai mezzo secolo fa, gli studi che erano stati commissionati dalla stessa industria dello zucchero sull’impatto del consumo sulla salute umana, proprio quando questi iniziavano a scoperchiare la relazione con patologie quali malattie cardiovascolari e cancro alla vescica.

Insomma, le ricerche di alcuni studiosi dell’Università della California di San Francisco che hanno potuto mettere le mani nell’archivio della Suga Research Foundation, ancora una volta mettono in evidenza come non sono peregrini i casi nei quali gli interessi economici hanno scavalcato l’obbligo di salvaguardare la salute di ignari consumatori. E il fatto che l’OMS abbia abbattuto costantemente le dosi di zucchero consigliate nel corso degli anni sembra proprio un indizio che conferma la tesi degli studi nascosti dall’industria dello zucchero per evitare che quelle conclusioni potessero rappresentare un ostacolo per la commercializzazione del prodotto.

Consumo zucchero rischi per la salute

Se l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha regolato il consumo di zucchero mettendo in guardia dai rischi per la salute dell’uomo una ragione, dunque ci deve pur essere. E non ci vuole molto poi a fare due più due e comprendere che la connessione del consumo di zucchero come alcune patologie cardiovascolari rappresenta oggi e rappresentava già allora un fattori di serio rischio per la salute dell’uomo.

Studi nascosti da industrie

Gli studi nascosti dalle industrie sulle reali ricadute negative di un consumo eccessivo di zucchero sulla salute dell’uomo si inquadrano in un tentativo che potrebbe essere definito una manipolazione della scienza da parte dell’industria. Il tentativo, riuscito come nel caso del tabacco, di insabbiare notizie che potrebbero configurarsi come un ostacolo a un determinato prodotto. A prescindere dalle ricadute sulla salute dell’uomo. Ancora una volta, insomma, la possibilità di fare profitto ha messo in secondo piano l’interesse per la salute umana. Mezzo secolo fa se ne parlava per tabacco e zucchero.

Oggi i dubbi che la storia si stia ripetendo è forte e si concentra su farmaci o sull’influenza degli idrocarburi sul cambiamento climatico. La Sugar Association ha definito questa ricerca “un mucchio di speculazioni”, ma i ricercatori hanno appurato che quando gli studi di allora stavano dimostrando gli effetti negativi sia per la salute del cuore che per il rischio di ammalarsi di cancro alla vescica (poi smentito), i finanziamenti vennero bloccati immediatamente.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il