BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Phonemedia:oggi il verdetto:7mila dipendenti dei call-center a rischio.Sono senza stipendio da mesi

Cresce l'attesa per sapere il futuro dei dipendenti Phonemedia. La situazione



Si discute oggi a Novara l'istanza di insolvenza da parte di Phonemedia, l'azienda non paga gli stipendi da mesi e settemila lavoratori si sono mobilitati anche per il vertice di martedì a Palazzo Chigi. Dalla Puglia alla Sicilia, da Pistoia a Bologna, tutti i presìdi dei lavoratori del gruppo Phonemedia saranno in collegamento con i colleghi piemontesi e lombardi presenti al tribunale di Novara, il primo chiamato a decidere sull'istanza di insolvenza presentata nei confronti del gruppo Omega.

Il giudice dovrà valutare la richiesta dagli operatori di Novara, Ivrea, Gaglianico (Biella), Trino Vercellese e Monza, ma il verdetto sarà importante per tutti i settemila dipendenti del gruppo (12 call center in undici città italiane più due sedi estere), senza stipendio da cinque mesi, che non godono di alcun ammortizzatore sociale e soprattutto senza alcuna notizia sulla certezza di un futuro.

Ciò che maggiormente colpisce della vicenda Phonemedia è che la proprietà non ha chiesto lo stato di crisi, non ha attivato procedure di mobilità o licenziamenti, e, cosa ancor più importante, ha respinto le lettere di chi si dimetteva per poter ottenere l'indennità di disoccupazione, lasciando i lavoratori anche nell'impossibilità di chiedere alle banche il rinvio delle rate del mutuo, in quanto formalmente occupati.

Anche i tribunali di Vibo Valentia e Pistoia dovranno pronunciarsi per identiche istanze di insolvenza, ma il verdetto di lunedì è atteso da tutti come un segnale importante anche in vista dell'incontro in programma a Palazzo Chigi il giorno dopo, martedì 23

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il