Città digitali e informatiche: i casi di esempio di Ibm già realizzati. Video e progetti

L'innovativa offerta Ibm per una città intelligente



IBM lancia un'innovativa offerta che va oltre la tradizionale offerta di server e che dimostra come l'elettronica possa mescolarsi con il mondo reale, per dar vita ad una cosiddetta ‘città intelligente’. Secondo IBM, le nuve tecnologie possono essere sfruttate tutte a nostro vantaggio, così se il contatore dell'energia elettrica è ‘intelligente’, cioè è in grado di fornire informazioni avanzate sul suo stato di funzionamento, sarebbe utile usufruire di questa possibilità.

L’idea è dar vita a apparecchi per la geolocalizzazione, rilevatori di vario genere (di perdite d'acqua, di intrusione), ogni tipo di input comprese le eventuali e sempre più presenti telecamere di sorveglianza. L'introduzione di questi nuovi apparecchi comporta un certo aumento del grado di complessità nella gestione delle risorse, ma IBM si dice pronta a gestirle.

Tutti questi dispositivi, che fino a oggi sono stati gestiti da personale diverso in reparti diversi, possono diventare parte di una catena che andrà poi a dar vita al cosiddetto smart building. Con l'ingresso dell'elettronica nell'edilizia, nella gestione dell'energia, delle risorse idriche e ogni altra attività, i confini si sono fatti meno definiti ed oggi è possibile che ogni apparecchio utilizzato per svolgere controlli sia abbastanza intelligente da trasformarsi in una periferica di un sistema informatico interconnesso.

Anche i cellulari, gli smartphone, i palmari, i tablet possono fornire dati da tenere nel sistema per analizzarli. Gli esempi sotto riportati servono proprio a dimostrare come, secondo l’idea presentata, i nuovi sistemi di smart buidling possano funzionare e, attraverso una singola interfaccia, osservare lo stato complessivo di forniture elettriche, idriche, telefoniche, ecc.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il