BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Incentivi fotovoltaico: ritardi e problemi

Ritardati gli incentivi previsti per il fotovoltaico. I rischi



Ritardati gli incentivi previsti per il fotovoltaico, decisione questa che rischia di pesare molto sulle aziende del settore. Il 24 febbraio, l'Associazione Nazionale dell'Industria Solare Fotovoltaica, Assosolare, aveva chiesto ai rappresentanti del Governo e delle Regioni di non rimandare ulteriormente l'approvazione di un decreto che il settore sta aspettando da mesi, sottolieando come un'eventuale proroga all'approvazione del nuovo sistema di incentivi al 15 marzo 2010 avrebbe potuto sortire effetti rilevanti sul business dei gruppi, costringendo numerose società alla riallocazione delle risorse su altre aree e, potenzialmente, altri settori industriali.

Il nuovo ritardo, che sarà prorogato oltre la fine di febbraio, sarà causa di ulteriore incertezza, che peserà sulle decisioni d'investimento con pessimi effetti sul mercato italiano. Per Andrea Fontana Gribodo, Country Manager, Fotowatio Italia “Il comparto del fotovoltaico necessita di una normativa con un orizzonte temporale di medio-lungo termine, adeguato ai tempi di progettazione e costruzione degli impianti.

Solo così si dà alle banche la certezza necessaria per sostenere gli investimenti ad alta intensità di capitale richiesti. Senza una garanzia di continuità è molto difficile che si formi una solida industria italiana del settore”.  Il mercato fotovoltaico infatti è un settore assai vincolato agli incentivi stabiliti dal Conto Energia.

Molti sono stati gli appelli delle imprese pervenuti attraverso il sito di Assosolare: in alcuni casi, mettono in evidenza come il clima di incertezza e la mancanza di decisioni tempestive sul nuovo conto energia stiano diffondendo tra gli operatori del settore grande preoccupazione riguardo le prospettive a breve/medio termine, con il conseguente blocco degli investimenti e ripercussioni sull'occupazione.

Il nuovo serve alle aziende per pianificare i propri investimenti e continuare a sviluppare un mercato in crescita. Diversamente le imprese saranno costrette a rivedere le strategie aziendali in materia di fotovoltaico.
  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il