BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ballot Screen: download browser come sta andando nei primi giorni? Ci sono polemiche

Entusiasti e critici per il nuovo Ballot Screen. La situazione



In funzione dal primo marzo, Ballot Screen, la funzione di Windows 7 che permette di scegliere quale browser installare senza l'imposizione di Internet Explorer, ha registrato successi e ovvie lamentele.

Tra i soddisfatti spicca Opera Software che si è dichiarata soddisfatta dei primi risultati evidenziatisi dopo il lancio del ballot screen, dichiarando di avere triplicato i download, risultato ottenuto anche grazie anche al lancio della nuova versione 10.50 proprio alla vigilia dell'inaugurazione del nuovo sistema di installazione e scelta dei browser in ambiente Windows.

Tra le nazioni dove si è registrato il maggior incremento in termini di download del browser, Opera cita Belgio, Francia, Spagna, Polonia e Regno Unito. Buona la performance di K-Meleon, che segnala una crescita del download del 30%, e anche i produttori di Flock non nascondono un miglioramento dei loro dati di download.

Joaquin Almunia, responsabile della commissione europea che si occupa di antitrust, ha osservato come "la possibilità offerta ai consumatori di passare ad un altro browser o comunque provare un prodotto differente da quello in uso avrà come conseguenza indubbi benefici in termini di competizione ed innovazione" e un gruppo di aziende concorrenti di Microsoft, tra le quali Oracle ed IBM, ha richiesto che l'iniziativa del "ballot screen" venga estesa in tutto il mondo e non limitata esclusivamente al territorio europeo.

I browser disponibili nella finestra di Ballot Screen sono in tutto 12: Apple Safari, Google Chrome, Microsoft Internet Explorer, Mozilla Firefox e Opera, i più famosi, seguiti da Green Browser, Maxthon, K-Meleon, Flock, Avant Browser, Sleipnir e Slim Browser. I primi, e più noti, sarebbero immediatamente visibili, mentre per vedere gli altri l'utente dovrebbe fare una operazione di scrolling con il mouse.

Si dovrebbe poter credere che un utente medio sia in grado di fare girare la rotella del mouse di fronte a un menu che gli viene proposto, ma non sempre è così e a questo si aggiunge che, secondo un recente sondaggio di Ipsos MORi, commissionato da Mozilla, un 33% di italiani confonde browser con motori di ricerca.

Così, la distribuzione del Ballot Screen è accompagnata da nuove polemiche. Secondo Hardin, i sette browser minori, ovvero Flock, Maxthon, K-Meleon, Avant Browser, Sleipnir, Green Browser e Slim Browser, non godono di una posizione favorevole e ne escono, pertanto, penalizzati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il