BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ict 2010: mercato in crescita trainato dal cloud computing. Bene software e mobile. E i computer?

Il 2010 sarà l'anno della ripresa e il mercato Ict tornerà a crescere. Le previsioni



Dopo il 2009 della crisi, il 2010 sarà l’anno della ripresa, come molti analisti hanno previsto. E il primo segnale di ottimismo arriva dal mercato ICT che, secondo i dati EITO, torna a crescere: +1,9% pari a un giro d'affari di 2,3 trilioni di euro.

Un risultato complessivo che beneficia della solida domanda sui mercati emergenti, a compensare la modesta crescita in Usa (+0,4%), Europa (+0,1%) e addirittura il calo in Giappone (-1,3%). Questi segnali positivi fanno stimanre per il 2011 di un rialzo del 3,7%, per arrivare a 2,4 trilioni di dollari e risultati ottimistici anche per la spesa IT: le imprese torneranno ad investire e il mercato IT (Hardware, Software e Servizi) crescerà (+0,4% ) fino a quota 894 miliardi di euro nel 2010.

Bene soprattutto Software e Servizi IT con un +1% per 625 miliardi di euro contro il -2,7% del precedente anno, dovuto principalmente all'espansione del Cloud Computing (+20% in Europa) che cresce del 20% all'anno.

Per il 2011 è prevista una crescita del mercato globale IT del 4% e una propensione del mercato mondiale, Italia compresa, verso le comunicazioni mobili, con il 26% degli italiani che rinuncia al telefono fisso in favore del cellulare, il 18% negli Usa e il 20% in Giappone, portando così le vendite dei servizi TLC fisse 2010 a scendere del -4,6%.

Gartner prevede, inoltre, vendite per 366.1 milioni di unità nel 2010 con un aumento del 19.7% rispetto ai 305.8 milioni di pc venduti nel 2009. L’altra novità del 2010 saranno i tablet pc: questo tipo di device andrà in parte a sottrarre mercato ai netbook e una prima stima indica la possibilità di vedere 10.5 milioni di tablet già entro l'anno. In totale Gartner prevede un aumento della vendita dei pc pari al 90% entro i prossimi 3 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il