BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Social network business: i migliori per i professionisti per trovare lavoro, idee e fare ricerca

Per cercare risposte a quesiti difficili, nascono i nuovi business social network. Come funzionano



Si chiamano nuovi business social network e hanno la capacità di mettere in contatto chi ha un problema da risolvere con tutti coloro che sono in grado di fornire soluzioni. Si tratta di piazze mercato virtuali e luogo di circolazione delle idee più innovative e strategiche.

E i campi di ‘aiuto’ variano: da un algoritmo particolarmente ostico da sbrogliare per 250 euro, alla traduzione di un testo dall'italiano al cinese per 35 euro. Queste sono solo alcune delle questioni in cerca di soluzione che si possono trovare nei nuovi business social network.

Queste nuove piattaforme sembrano essere degli autentici centri di ‘problem solving' che mettono a un problema e la sua soluzione che rispecchiano protagonisti delle nuove reti sociali: da una parte c'è un azienda, un manager, un piccolo imprenditore o anche un semplice utente (chiamati seeker) disposto a spendere del denaro pur di trovare una risposta efficiente ad un quesito, stabilendo tempi e prezzi, e dall'altra c’è chi offre soluzioni, i cosiddetti ‘solver' che inviano le loro idee, la migliore delle quali viene remunerata come stabilito.

“Cresce la domanda di idee e soluzioni da parte delle aziende, accompagnata dalla necessità di poter accedere a soluzioni che forniscano diversi punti di vista sui problemi, senza rischiare soldi”, ha spiegato Dario Panarello, di Hypios.com, aggiungendo “Allo stesso tempo ci sono ricercatori e professionisti le cui competenze spesso non vengono sfruttate appieno e che vanno invece valorizzate.

Attento alle necessita di entrambe le parti in gioco, per tutelare i solver, composti per la maggior parte da studenti, ricercatori, ma anche professionisti o esperti che hanno concluso l'attività professionale, operiamo una severa selezione dei seeker al fine di assicurarne l'affidabilità. La credibilità è fondamentale per garantire l'esistenza di un vero mercato delle idee”.

Per cimentarsi con le soluzione ai quesiti posti non solo da aziende ma anche da istituzioni accademiche e pubbliche e organizzazioni non-profit, si può invece provare ad entrare a far parte della schiera degli oltre 160mila solver che popolano la piattaforma InnoCentive, mentre tanti altri sono a disposizione di questi innovativi servizi da offrire.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il