BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Office online: Google acquista DocVerse. La sfida è sempre più aperta

Google festeggia l’acquisizione di DocVerse. Cosa cambia



Google festeggia l’acquisizione di DocVerse, che potrà avvicinarlo maggiormente al mondo Microsoft. DocVerse è specializzata nella collaborazione in ambiente Microsoft per facilitare l'interoperabilità delle soluzioni del colosso di Mountain View con applicazioni desktop come Microsoft Office.

La peculiarità di DocVerse consiste nella possibilità di caricare in rete file Microsoft Office e gestirli ed anche eliminarli, creando così un ponte tra i tradizionali documenti del pacchetto office e quelli creati e modificabili online con Google Docs. Nella suite offerta agli utenti sono integrati i servizi email, grazie ai 25GB di mailbox Gmail, la gestione degli appuntamenti con Google Calendar, Google Talk per le comunicazioni IM, voice e video chat, Google Sites per la pubblicazione di siti web.

A questi si aggiunge Google Docs per la realizzazione e gestione di documenti, fogli elettronici e presentazioni, che recentemente consente agli utenti di eseguire upload di un qualsiasi tipo di documento. ed ora, è il turno delle novità DocVerse. Come spiegato dalla stessa Google, “Il futuro delle applicazioni per la produttività è nel Cloud. Riconosciamo il fatto che molte persone sono ancora abituate ai software per desktop.

Perciò mentre continuiamo a sviluppare Google Docs e Google Sites come ricchi strumenti per la collaborazione, rendiamo anche più semplice per gli utenti la transizione verso il Cloud e l'interoperabilità con le applicazioni desktop come Microsoft Office”.

Il Cloud rappresenta ormai, di fatto,  il futuro del comparto informatico, declinandosi sia nel campo delle applicazioni e servizi che hardware e infrastrutture e il leader si conferma ancora Google, che ha dato vita alla cultura del Software-as-a-service tra le aziende, interessate a beneficiare dei vantaggi di queste nuove tecnologie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il