BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Collaboratori a progetto: bonus per chi ha perso il lavoro. Come fare domanda e requisiti

Via libera alle domande di indennità una tantum per perdita di lavoro da parte dei collaboratori a progetto. Come fare



E’ possibile inoltrare le domande per ottenere l'indennità una tantum in caso di perdita di lavoro da parte dei collaboratori a progetto. La cifra massima che si potrà ottenere dall'Inps è pari a 4.000 euro e va richiesta entro 30 giorni dal termine del contratto.

L'indennità di fine lavoro spetta ai collaboratori coordinati e continuativi iscritti in via esclusiva alla gestione separata che abbiano avuto un solo datore di lavoro; abbiano conseguito nel 2009 un reddito lordo tra i 5.000 e i 20.000; abbiano almeno un mese di contributi accreditati dall'inizio dell'anno e almeno tre mesi nel 2009 e risultino senza contratto di lavoro da almeno due mesi.

L'indennità una tantum è rapportata all'importo della retribuzione entro un massimo fissato annualmente. Spetta, infatti, in misura pari al 30% del reddito percepito nell’anno 2009, con un tetto massimo di 4.000 euro. L’erogazione dell'indennità è riconosciuta solo in caso di fine lavoro, risultante dalle comunicazioni obbligatorie che il committente è tenuto ad inviare nei casi di cessazione del rapporto di lavoro.

La domanda deve essere presentata alla sede Inps territorialmente competente, sull'apposito modello, entro 30 giorni dalla data di licenziamento o termine del contratto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il