BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi e aziende in Italia nel 2010: la situazione. Luci e ombre

Continuano a farsi sentire gli effetti della crisi. La situazione delle aziende italiane



Gli effetti della crisi economica si sono fatti sentire e non poco. Tante le Pmi costrette a chiudere battenti, tante le casse integrazioni ma la ripresa sembra all’orizzonte, almeno secondo quanto previsto dagli esperti.

Per quelle che hanno dovuto sopportare il peso della crisi, ci sono anche quelle che si sono presentate all'appuntamento con la crisi con basi solide e, nella maggior parte dei casi (64%), pronte a nuovi investimenti nel 2010 e una su tre è, inoltre, convinta di incrementare il fatturato, dopo un 2009 difficile.

Questo il quadro che emerge che emerge dalla nona indagine di Mediobanca e Unioncamere sulle 4.483 medie imprese industriali italiane. Il fatturato delle imprese oggetto dell'indagine, che esamina la serie storica 1998-2007, ha perso un 12% nel 2009, mentre le esportazioni sono calate del 10%.

Eppure nel 50,2% dei casi, queste aziende si confermano altamente affidabili secondo i punteggi assegnati da R&S-Unioncamere e guardano con ottimismo al 2010. Il 30% pensa di poter riportare in positivo fatturato, produzione ed esportazioni, una media impresa su sette continuerà a creare occupazione e investirà sull'efficienza con nuovi macchinari (56%) e nuovi progetti (45%), per i quali si usufruirà, nel 53,5% dei casi, all'autofinanziamento.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il