BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni Regionali 2010, candidati e programmi: solo dal web informazioni e confronto

Talk politici trasferiti sul web. Il blocco tv



Mancano poche settimane alle prossime elezioni regionali: sospesi programmi tv che affrontano temi politici (Porta a Porta, Ballarò e Annozero, con qualche polemica su Report, quest’anno di politica in tv alle soglie delle elezioni sembra non debba essercene.

Ma non è questa la linea giusta, perché il cittadino elettore medio che, per avere un’idea più chiara, riversa tutta la sua attenzione nelle trasmissioni televisive che spiegano e raccontano, quest’anno non avrà questa possibilità. E allora spazio al web come luogo di idee e chiarimenti.

Secondo Enrico Mentana, “Il giornalismo libero e l'opinione pubblica possono confrontare, ad esempio, Formigoni e Penati, la Bresso e Cota, la Bonino e la Polverini, unici possibili vincitori nelle loro regioni. In tv no, è vietato, al massimo ci potranno essere delle pletoriche tribune politiche, o le dichiarazioni in pillole cui saranno costretti i tg.

Insomma, proprio nel momento in cui il passaggio al digitale e l'allargamento del satellitare ci hanno dato l'illusione di una formidabile crescita dell'offerta a nostra disposizione, possiamo vedere come lo strumento televisivo sia stato brutalmente sterilizzato in un suo settore cruciale.

Gli ottimisti dicono sempre che ogni situazione difficile ci regala un'opportunità: e in questo caso hanno ragione. Perché la legge e le norme sulla par condicio non possono bloccare l'informazione via web. Tutte quelle trasmissioni che adesso sono vietate in tv possono andare in onda ogni giorno, fino alla data delle elezioni, attraverso Internet. E allora la sfida è questa: facciamolo noi un programma libero e rispettoso solo dei doveri e dell'interesse giornalistico”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il