BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Incentivi motorini, scooter e moto anche nel 2010? Sicuro per barche e macchine agricole

I nuovi incentivi 2010. A cosa saranno destinati



Niente incentivi auto per questo 2010 ma nuovi finanziamenti a favore di motoscafi e macchine agricole. Il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola ha annunciato che gli incentivi saranno focalizzati sui settori che risentono della crisi ma non hanno beneficiato degli aiuti negli anni scorsi, e in questi rientrano anche la nautica e le macchine agricole.

Per la nautica, il governo pensa a ‘incentivare gli stampi e i fuoribordo, che hanno subito maggiormente la crisi quest'anno’ e  un’altra parte consistente di fondi sarà destinata ‘ai macchinari agricoli, che servono al settore. Questo significa non solo attenzione ma aiuto al miglioramento della qualità della produzione agricola’. Le nuove risorse dovrebbero ammontare a 300 milioni di euro, mentre verranno rifinalizzati gli 800 milioni di euro già nel Fondo per le aree sottoutilizzate non solo per la banda larga, ma anche per altri interventi.

A disposizione dal ministero dello Sviluppo economico ci saranno poi oltre 400 milioni di euro per un fondo che si proporrà di fronteggiare le crisi aziendali.
confermata, inoltre, un’altra quota maggiore (216 milioni) destinata ad interventi per motocicli anche elettrici o ibridi, elettrodomestici e cucine componibili, abitazioni ad alta efficienza energetica, inverter e motori per nautica da diport».

Viene poi indicata una spesa massima di 13 milioni di euro anche per gli interventi di pubblicità incrementali. Per quanto riguarda il mondo delle due ruote, mentre la formula 2009 prevedeva sconti fino a 1.000 euro per l'acquisto di motocicli, quadricicli o biciclette rottamando un veicolo euro 0, mentre il tetto di potenza per accedere agli incentivi era invece fissato a 60 kW, in maniera da premiare anche le moto, contro la prima proposta subito rettificata che includeva nel bonus solo veicoli sotto i 400 cc, per il 2010 si spera in una iniziativa simile, eventualmente abbassando l'entità dei contibuti o rendendo più selettiva la norma. Il motivo di fondi destinati alle moto è piuttosto chiaro: il mercato non regge al momento, senza qualche aiuto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il