BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ipad: 120 mila vendite in un giorno solo. E' boom per il tablet pc Apple

Le previsioni erano state ottime e le prime vendite non le hanno smentite affatto. L'iPad sul mercato



Le previsioni erano state davvero ottime e le prime vendite non le hanno smentite affatto. Le stime, infatti, indicano nelle prime 24 ore di pre-ordine un susseguirsi di ordinativi con un ritmo tale da portare a quota 120 mila unità di iPad già prenotati. Il ritmo di vendita è stato stimato da alcune ricerche attorno alle 20/25 mila unità per ogni singola ora.

Secondo Investor Villane, il 69% degli ordini sarebbe relativo alla versione WiFi-only, mentre la parte restante avrebbe chiesto la versione dotata di 3G. Le capacità richieste sono, invece, equamente suddivise tra 16, 32 e 64GB. Disponibile in tre versioni (da 16, 32 e da 64 GB), il 70% degli acquirenti ha deciso di prendere il modello solo con il Wi-Fi; quindi solo il 30% ha optato per il modello con la rete 3G e con slot per SIM card.

Probabilmente questa percentuale può essere influenzata dal fatto che le consegne del modello 3G avverranno solamente alcune settimane dopo rispetto al modello Wi-Fi. Si tratta comunque di dati provvisori, la cui attendibilità dovrà poi essere verificata dalle effettive vendite. Nonostante questo, però, la magia dell'iPad segue la scia delle produzioni precedenti di Cupertino, mettendo ora in luce ancor di più la necessità di confermarsi nel momento in cui sul mercato si avverte qualche difficoltà.

Punto nuovo su cui la casa della Mela si focalizzerà sarà, inoltre, la gestione di capacità delle batterie nel corso del tempo. Cupertino ha infatti intenzione di sostituire l'iPad con batteria al di sotto della soglia della sufficienza, cambiando non solo la singola componente (che l'utente non può sostituire in seguito all'inaccessibilità della stessa), ma tutto l'iPad con una nuova unità. Il costo dell'operazione sarà di 99 dollari più una piccola soglia ulteriore per l'invio del dispositivo.

Gli utenti non potranno inoltre avvalersi del Battery Replacement Service nel caso in cui il dispositivo sia stato manomesso, danneggiato o comunque compromesso nelle sue funzionalità a causa di un qualche utilizzo maldestro o comunque irregolare. Il programma di sostituzione delle batterie è per molti versi simile a quello con cui Apple ha già gestito medesima situazione sul proprio iPhone.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il