IBM incoraggia 6000 ISV a portare i loro prodotti su Linux

Tra i programmi futuri di IBM c'è quello di incoraggiare 6000 ISV (Indipendent Software Vendor) a portare il loro software su Linux entro i prossimi 3 anni.



Tra i programmi futuri di IBM c'è quello di incoraggiare 6000 ISV (Indipendent Software Vendor) a portare il loro software su Linux entro i prossimi 3 anni. Per supportare questo processo, Big Blue oggi presenterà al Linuxworld Conference & Expo di Boston l'iniziativa eServer Application Server Advantage (nome in codice CHiphopper) che ha lo scopo di facilitare la produzione di software per Linux sulla varie piattaforme IBM, e quindi anche sui sistemi pSeries, zSeries (mainframes), and iSeries.

Le software house avranno anche accesso ai centri test di IBM e finanziamenti per promuovere i loro prodotti.

IBM ha già 6000 applicazioni elencate nella Global Solutions Directory dei partner e crede che arriveranno a 12000 entro il 2007: queste speranze sono così rosee anche perchè supportate da successo che sta avendo Linux nel mondo degli utilizzatori tradizionali di IBM: nel 2004, il 40% dell'hardware Linux venduto era costituito da piattaforme non- basate su Intel

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il