BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Gli italiani comprano di meno: male tecnologia, cellulari, ma anche bar, mobili e vestiti

Gli italiani comprano meno, e non solo beni costosi. Dati e previsioni



Nonostante le rosee previsioni per il futuro e l’andamento economico contemporaneo attualmente in ripresa, gli italiani sembrano acquistare decisamente meno. E non solo beni costosi. Secondo l’ultimo Rapporto Confcommercio sui consumi in Italia negli ultimi 40 anni con focus sul 2008-2009, calano notevolmente gli acquisti di vestiti, alcolici,tabacchi, del ristorante o del bar.

L'anno scorso la spesa delle famiglie è scesa dell'1,8%,ma del 2,7% per alberghi e ristoranti, del 3,8% per il vestiario e del 7,9% per ristrutturazioni. Secondo Confcommercio, invece, le spese per i consumi obbligati che rappresentavano nel 1970 il 18,9% del totale, oggi sono arrivati al 30,1%, mentre nell’ambito degli acquisti, si è ridotta la spesa per alimentari, passando dal 34,8% al 16,7%, ed è cresciuta la spesa per servizi, dal 14,9 al 21,6% e la crescente partecipazione delle donne al mondo del lavoro indica che la spesa per mangiar fuori aumenterà in futuro.

Gli altri numeri dicono che l’abbigliamento ha registrato una contrazione del 3,8%, i mobili, gli elettrodomestici e i servizi per la casa del 7,9%, gli alimentari hanno segnato una diminuzione del 3,5%, le bevande alcoliche del 3% e diminuiscono anche le spese per la cultura e il tempo libero, tra spettacoli, cinema e teatro, di circa il 2,9%

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il