Finanziamenti ad imprese ICT italiane ed europee da Venture Capital dei fondatori di Skype

I fondatori di Skype investono a sostegno di nuove imprese. I progetti



Un nuovo fondo da destinare alle giovani imprese ad alto potenziale innovativo e 165 milioni di dollari stanziati da due founder di Skype Group attraverso la società Atomico Ventures.

Si tratta di una novità esclusiva che sarà destinata solo alle imprese ICT italiane ed europee, su cui i fondatori di Skype sono pronti a scommettere. Niklas Zennström e Janus Friis, la coppia svedese che ha fondato lo Skype Group, hanno infatti deciso di stanziare 165 milioni di dollari, che sarebbero 120 milioni di euro, a sostegno di quelle startup europee che mostreranno il proprio potenziale innovativo.

Anche le aziende giovani potranno beneficiare di una fetta del fondo istituito dai due imprenditori svedesi attraverso una società di venture capital con base a Londra, purchè dimostrano potenzialità di lavoro e gestione innovativa della propria attività.

E’ quindi, attraverso Atomico Ventures, società nata nel 2006 conl'obiettivo di raccogliere fondi da destinare ad aziende nuove, legate al settore del software e delle tecnologie di Internet, che si potrà godere dei soldi messi a disposizione con la promessa, fatta dai due soci che “Cercheremo di investire in imprenditori eccezionali che stanno costruendo imprese eccezionali.

Ci focalizzeremo su aziende che crediamo possano avere il potenziale per generare una crescita significativa, trasformare le loro industrie e fornire un forte ritorno di investimenti”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il