BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stress per lavoro: 4 milioni di italiani ne soffrono. Problemi per le aziende e sistema sociale

Quattro milioni di italiani soffrono di stress da lavoro. Le cause



Quaranta milioni sono i cittadini europei colpiti da stress da lavoro e di questi ben quattro sono italiani. I dati sono stati resi noti nel corso della conferenza dell'Istituto Superiore Prevenzione e Sicurezza Lavoro (ISPESL), European Academy of Occupation Health Psycology, organizzata in collaborazione con l'Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro.

E ne emerso che lo stress che colpisce i lavoratori italiani porta di conseguenza ad un netto calo della produttività nelle aziende quantificato in 77 miliardi di euro, 50-60% di ore lavorative perse e 44 miliardi di spese mediche. Lo stress da lavoro rappresenta, infatti, il secondo problema sanitario in Europa e comporta un costo di oltre 20 milioni di euro.

I numeri che emergono dalla ricerca Ispesl (Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro) sembrano davvero impressionant. Secondo lo studio condotto, a provocare lo stress da lavoro sarebbe la quantità di lavoro inadeguata rispetto alle ore di servizio, che si aggiunge alla frustrazione di una retribuzione non commisurata alla prestazione e, talvolta, dal mancato riconoscimento da parte dei propri superiori.

Cause cui oggi si aggiunge anche la frustrazione di un eventuale licenziamento e del precariato. Ma le difficoltà sul luogo di lavoro, insieme allo stress potrebbero portare ad un vero e proprio disturbo depressivo. Inoltre, spiega Iavicoli, direttore del Dipartimento di Medicina del Lavoro Ispesl, “Il rischio maggiore, oltre ad una serie di disturbi di carattere psicosociale, malattie che poi passano alla fase della somatizzazione, come disturbi gastrointestinali o cardiovascolari”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il