BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Beppe Grillo e il successo alle elezioni regionali 2010: il ruolo di Internet nel suo movimento

Il Movimento a 5 stelle di Beppe Grillo promosso in rete. Gran successo alle ultime elezioni



Con il 7% in Emilia Romagna, 4 in Piemonte, 400 mila voti in cinque regioni, quattro consiglieri eletti, il Movimento a 5 stelle di Beppe Grillo ha riscosso un gran successo, per alcuni decimante inaspettato. A promuoverlo sul podio dei gruppi politici italiani fondamentale è stato anche il ruolo di Intert, cui Grillo è da sempre affezionatissimo.

Qualche dato: in regioni come la Lombardia e il Veneto, dove si è imposto il centrodestra, i candidati del movimento di Beppe Grillo hanno raggiunto il 3% delle preferenze, mentre in Piemonte ed Emilia Romagna il comico si è imposto con preferenze decisamente più ampie.

Soddisfatti ma anche stupiti gli stessi esponenti del gruppo. Tempo fa Veltroni, ex segretario del Pd, si chiedeva ‘Grillo chi è?’ e “Ora loro sono in estinzione e noi siamo il futuro”, ha risposto il comico genovese. Lui ‘condottiero’ di un movimento che, però, non si è mai presentato come partito di un solo uomo, ma di tanti ‘grillini’.

Loro esistono, hanno foto sui loro siti Internet, fanno mestieri comuni, e siedono, in alcuni casi, già in decine di consigli comunali, spesso piccoli centri e non vedono l'ora di scendere in piazza. Per ideali e ideologie, per progetti comuni, per una politica che rispetti il Paese, per i diritti oggi troppo negati ai cittadini, per il governo di politi ‘corretti’.

Nonostante il successo generale riscosso, ciò che più preoccupa Bersani è la situazione di quei posti ‘nascosti’ dove il movimento di Grillo si è fatto ‘vedere’ poco, in particolar modo l'hinterland bolognese, a Granarolo o Castenaso dove strappano il 10%, nessuno li ha mai incontrati di persona, neanche chi li ha votati ma la loro presenza si è imposta tramite i media: proliferano i blog, crescono i gruppi e si raccolgono in rete tanti e tanti commenti, rivolti sostanzialmente a sconosciuti che, però, incuriosiscono per un lavoro capillarmente nascosto ma efficace.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il