BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ricercatori e giovani italiani all'estero: negli Stati Uniti si moltiplicano iniziative per averli

Le possibilità degli italiani negli Usa. Aziende ed offerte



Italiani all’estero: mentre incalza la polemica sulla cosiddetta ‘fuga dei cervelli’, da oltre i confini italiani giungono sempre nuove opportunità di lavoro per i giovani laureati del BelPaese.

Formazione e specializzazione in Italia vengono, in pratica, premiate all’estero, dove si moltiplicano le iniziative, soprattutto negli Stati Uniti, per avere ricercatori e ragazzi italiani specializzati in alcuni settori, specie nel campo di internet e della ricerca informatica.

Fra le iniziative che spiccano c’è, per esempio, quella promossa dalla fondazione Mind The Bridge. Si tratta di una no-profit fondata da talenti italiani della Silicon Valley, per valorizzare proprio il capitale intellettuale delle nuove imprese italiane. La Fondazione organizza una competizione nazionale alla quale le startup italiane partecipano per poi presentarsi ai principali investitori americani.

Si tratta di una sorta di percorso formativo e motivazionale (elevator pitch) durante il quale gli imprenditori di Silicon Valley cercano di convincere i capitalisti di ventura a finanziare la loro azienda o la produzione di un'idea. Il tutto nasce dal progetto di dirigenti di un'azienda esordiente che cercano di convincere, in circa 30 secondi, un potenziale investitore a finanziare una compagnia o un progetto commerciale, evidenziano i punti principali e i vantaggi che distinguono quel tipo di azienda e proposta da un altro sul mercato.

Molte altre sono le società di un certo livello (dalla Klein Perkins Caufield & Myers alla Sand Hill Partners alla Khosla Ventures) interessate alla valorizzazione della formazione degli italiani. Obiettivo è “creare un collegamento diretto e permanente tra l'innovazione nel nostro paese e l'intelligenza italiana presente negli Usa”, ha dichiarato Marco Marinucci, amministratore delegato di Mind the Bridge.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il