BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Trovare un lavoro: quali studi e scuole danno più possibilità? Sicuramente l'ambiente

I lavori del futuro nel settore ambientale. I più ricercati



Interesse per l’ambiente e nuovi progetti eco sostenibili per un mondo migliore: sono questi must del nuovo decennio al centro degli obiettivi delle grandi politiche mondiali, ma anche nella ricerca e scelta per l’impiego di nuove figure professionali.

Sembra che il mercato del lavoro stia prendendo strade alternative rispetto alle tradizionali, orientandosi maggiormente verso specializzazioni ‘verdi’. Secondo uno studio condotto dall’Isfol, l’80% di chi ha seguito un master ambientale trova lavoro in meno di 6 mesi e sembrano essere anche in aumento le opportunità di impiego nel settore nel turismo e nei settori della difesa del territorio, delle energie rinnovabili e del disinquinamento.

Le nuove occupazioni sono strettamente legate a competenze specifiche e a percorsi di formazione che si focalizzano sull’ambiente come nuova frontiera del lavoro per contribuire a migliorare la salute del pianeta.

Considerando numeri e dati dell’occupazione fra il 1993 e il 2008, risulta che l’80% di chi frequenta un master ambientale ha trovato lavoro entro sei mesi dalla conclusione del corso, aumenta il numero di occupati con posizioni intermedie di tipo tecnico ad elevata specializzazione e spazio anche alle donne.

Sembra, infatti, che i nuovi lavori green tendino a valorizzare maggiormente il ruolo delle donne. Rispetto al 1993, la presenza femminile è cresciuta quasi del 13%. In questo contesto, l’Italia è riuscita a individuare e capire la nuova tendenza tanto da accrescere master e corsi di formazione in tematiche ambientali.

Nel tempo compreso tra 2007 e 2008, i master sono stati 300 (contro i 60 attivati fra il 1999 e il 2000), cui si aggiungono i 2000 corsi che in media ogni anno vengono promossi da oltre 500 enti pubblici e privati, ai quali partecipano fra 50 e 55 mila persone.

Le figure più richieste per le nuove occupazioni sono ingegneri ambientali, progettisti e tecnici per impianti di energie rinnovabili, certificatori energetici, consulenti ambientali, energy manager, guide turistiche ecologiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il