BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui case in costruzione: meno costoso e più semplice. E richiesta è forte.

Cresce la richieste di mutui per case ancora in costruzione. Motivi e vantaggi



Se è vero che il 2010 è l’anno della ripresa che, tra l’altro, mostra segnali positivi anche per quanto riguarda il mercato immobiliare, è anche vero che comparto privilegiato sarà quello delle nuove costruzioni. A renderlo noto è stato Gruppo Immobiliare.it, che ha evidenziato come questa tendenza sia risultato di una maggiore facilità rispetto al passato nell’ottenere mutui per nuove costruzioni e con prezzi più vantaggiosi offerti dai costruttori.

L’indagine, condotta sui dati del Portale NuoveCostruzioni.it, rivela come lo scorso anno si sia registrata una crescita del 18% rispetto all’anno precedente per la richiesta di appartamenti di nuova costruzione. Se, infatti, su abitazioni ‘usate’  le banche non si sbilanciano nell’offrire mutui, per le abitazioni in costruzione il discorso cambia e possono erogare anche grandi somme di capitali.

Ma come va il mercato immobiliare delle case in costruzione attualmente in Italia? Gli italiani preferiscono ora acquistare la loro prima casa in uno stabile appena costruito o anche privilegiando progetti ancora su carta. Il motivo? Innanzitutto un rapporto vantaggioso nel rapporto qualità-prezzo, e poi perché per l'acquirente di un immobile di nuova costruzione è più semplice accedere ad un mutuo di valore importante.

Se, infatti, su un immobile usato gli istituti di credito finanziano mediamente fino ad un massimo del 53% del valore, negli immobili di nuova costruzione si arriva al 61%. Il che indica decisamente una convenienza di cui approfittare.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il