BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Incentivi motorini,scooter,elettrodomestici,cucine, mobili da oggi 15 aprile:come fare per lo sconto

Al via oggi la possibilità di richiedere gli incentivi previsti dal governo. Come fare



Al via oggi, 15 aprile, la possibilità di richiedere gli sconti previsti dagli ultimi incentivi statali, che saranno validi fino al 31 dicembre e fino ad esaurimento risorse.

Secondo Adiconsum, nei primi giorni ci sarà un vero e proprio assalto ai negozi aderenti agli incetivi e si concentreranno migliaia di domande di bonus per avere riuscire a rientrare nei fondi previsti e il rischio è che qualche negoziante faccia il furbo aumentando il prezzo prima della partenza degli incentivi. E’ bene, dunque, prestare sempre la massima attenzione prima di ogni acquisto.

Per ottenere gli sconti per mobili, elettrodomestici e scooter, bisogna innanzitutto prenotare il bonus presso il rivenditore che, prima della vendita dovrà verificare on-line la disponibilità degli incentivi. Una volta verificata la disponibilità, il rivenditore applica il contributo sotto forma di sconto al cliente e recupera la somma presso un ufficio postale. Tutta la procedura è gestita appunto da Poste Italiane che ha istituito un numero verde informativo e di assistenza 800-123450 (da rete fissa) per soddisfare ogni dubbio e curiosità.

Sono circa 20mila i rivenditori che si sono registrati e che da oggi sono abilitati a vendere prodotti e servizi a prezzi scontati e le stime del ministero dello Sviluppo economico sono piuttosto positive. Il numero uno del dicastero, Claudio Scajola, ha spiegato che “gli incentivi riguarderanno circa un 1.150.000 operazioni commerciali che contribuiranno a rilanciare i consumi e a rafforzare la crescita economica in questa fase di ripresa ancora lenta”.

Per quanto riguarda motorini e scooter, sono a disposizione 12 milioni di euro così ripartiti: 10 milioni di euro per i motocicli a benzina il cui incentivo prevede uno sconto del 10% sul prezzo, per un massimo di 750 euro, rottamando un motociclo euro 0 o euro 1 per acquistarne uno di categoria euro 3, entro i 70 kw di potenza e senza limiti di cilindrata; e 2 milioni di euro per i motocicli ibridi o elettrici che godono dello sconto del 20% sul prezzo, per un massimo di 1.500 euro, rottamando di un motociclo euro 0 o euro 1.

 Ma la parte più consistente degli incentivi è dedicata al comparto cucine ed elettrodomestici a risparmio energetico. A favore di questi beni sono stati stanziati, infatti, ben 58 milioni di euro e prevedono la sostituzione dei mobili di cucina in uso con cucine componibili composte da uno o più dei seguenti elettrodomestici ad alta efficienza: congelatore in classe A+ e A++, forno in classe A, piano cottura a gas, frigorifero, lavastoviglie classe A di efficienza energetica, A di efficienza di lavaggio, A di efficienza di asciugatura e che prevedono uno sconto del 10% sul prezzo per un massimo di 1.000 euro.

Cinquanta milioni, invece, sono disponibili per cucine ed elettrodomestici singoli che prevedono uno sconto del 20% sul prezzo, per un massimo da 80 a 500 euro a seconda del prodotto prescelto in caso di sostituzione dei mobili di cucina e degli elettrodomestici in uso con cucine non componibili, forni elettrici, cappe e scalda-acqua a pompa di calore. Le previsioni parlano, comunque, di un esaurimento risorse molto prima del 31 dicembre stabilito come limite temporale massimo.

Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il