BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pmi italiane e informatica: l'uso aumenta. Gestionali ed Erp li hanno quasi tutti. Nel futuro "SaaS"

Le Pmi riscoprono potenzialità e utilità delle Ict. I nuovi piani



Le Pmi riscoprono potenzialità e utilità delle Ict: a comunicarlo è l’Osservatorio Ict & Pmi della School of Management del Politecnico di Milano, secondo cui il livello di maturità delle soluzioni tecnologiche e dei sistemi gestionali adottati è aumentato, anche se c’è ancora da percorrere un bel po’ di strada per portare nelle imprese le soluzioni più innovative di ultima generazione.

Secondo i dati comunicati, circa il 20% delle Pmi italiane non ha intenzione di adottare nel prossimo futuro almeno un'applicazione in modalità SaaS e il 30% almeno un servizio infrastrutturale. Fra le aziende interessate ad adottare almeno un'applicazione as a Service a fare la parte del leone sono i pacchetti semplici per l'amministrazione e la contabilità (interessano nel 40% dei casi), applicazioni che si prestano a essere usate in modalità as a Service, considerando i continui aggiornamenti normativi che possono essere gestiti esternamente.

Ci sono poi la gestione documentale, la Unified Communication e il Crm (tutti al 25%), la Business Intelligence (20%) e la gestione degli acquisti (15%), mentre solo il 5% ha mostrato interesse nell'office automation as a Service. Il problema principale delle Pmista nell’integrare l'applicazione con i database aziendali, evidenziando un elevato livello di frammentazione e disaggregazione dei dati nelle architetture IT.

Lo studio ha, inoltre, evidenziato maggiore propensione da parte dei vendor ad indirizzare la propria offerta verso il mercato delle grandi imprese, piuttosto che verso le Pmi, mentre la percentuale di aziende che non possiedono nessun sistema tecnologico di tipo gestionale è scesa negli ultimi 3 anni dal 12% al 9% e la diffusione di sistemi ERP internazionali passata dal 3% al 6%, con i gestionali nazionali dal 19% al 16%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il