BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Studi di settore 2010 per anno 2009:novità e correttivi dal 10 maggio. Fatturati calati fino al 30%

Le novità per gli studi di settore relativi all'anno 2009. In cosa consistono



Ricavi delle manifatture calate del 30%, le imprese della fabbricazione di apparecchi meccanici hanno fatto registrare una contrazione del 26,7%, mentre il settore dei mezzi di trasporto ha registrato un 25,4% e la produzione di metalli e tessile, due pilastri del made in Italy, si sono attestati rispettivamente su 23,3 e17,2%.

I dati emergono dall’ultima elaborazione delle dichiarazioni annuali Iva inviate al fisco a fine febbraio e da cui risulta piuttosto semplice immaginare l’impegno che gli studi di settore per il 2009 prevedono. L'appuntamento è fissato per il prossimo 10 maggio e da quel momento sarà possibile verificare se le cinque novità che accompagnano Gerico 2010 riusciranno davvero a rendere meno pesante la pressione sui soggetti obbligati agli studi.

Le novità prevedono l'analisi di normalità economica per i soggetti che presentano una contrazione dei ricavi o dei compensi, il minor utilizzo degli impianti e quello dei ritocchi individuali che riguarda la contrazione dei ricavi e dei compensi e il forte impulso verso il territorio.

La seconda e la terza novità riguardano la misurazione dei ricavi secondo parametri strettamente locali come livello delle retribuzioni, reddito medio per abitante e quotazioni immobiliari, e il primo studio del settore costruzioni che coinvolgerà circa 200mila imprese.

La quarta novità andrà a toccare i 69 studi sottoposti alla revisione ordinaria e su cui troveranno applicazione i correttivi congiunturali per l'anno d'imposta 2010. Mentre l’ultima novità riguarda il confronto aperto per le contestazioni effettuate utilizzando gli studi di settore che diventano strumento essenziale nella fase del contraddittorio per dare legittimità agli avvisi di accertamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il