Postepay: come funziona, ricaricare e bloccare per furto

Postepay è una delle carte prepagate più diffuse in Italia ed è tra le più utilizzate senza nessun dubbio per fare numerosi tipi di pagamenti



La carta prepagata ricaricabile Postepay del Gruppo Poste Italiane è diventato uno degli strumenti di pagamento più diffusi nel nostro Paese, per la sua semplicità d’uso e per le novità, i vantaggi e le offerte che propone. Così da carta ricaricabile, oggi è anche possibile associarla alla scheda Sim PosteMobile in modo da poter usufruire dei numerosi servizi in mobilità.

La carta Postepay si può richiedere presso qualsiasi Ufficio postale senza avere necessariamente un conto corrente, è ricaricabile dal sito di Poste Italiane, dagli Atm Postamat, presso l’Ufficio postale ma anche con la scheda Sim PosteMobile. I minori di 18 anni possono richiedere la carta Postepay junior accompagnati da uno dei genitori.

Al momento della richiesta è necessario presentare codici fiscali e documenti di identità validi. La Postepay permette di fare tranquillamente acquisti su Internet ed è utilizzabile sia in Italia che all’estero perché fa parte del circuito Mastercard o Visa Electron.

Vi sono almeno dieci modi per poter poter ricaricare la propria Postepay e continuano ad evolvere per la comodità e la facilità di utilizzo. Li abbiamo visti e spiegati nell'articolo dedicato su come ricaricare la postepay nei modi migliori

In caso di furto, per bloccare la carta basterà chiamare un numero verde gratuito e chiedere contestualmente l’emissione del duplicato e il rimborso del credito residuo. Per ulteriori informazioni basta consultare il sito poste.it.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il