BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scegliere mutuo migliore fisso, variabile o misto in base alle proprie esigenze.

Scegliere un tasso e dormire sonni tranquilli. Come fare



Al momento dell’acquisto di una casa quale forma di mututo scegliere? E’ opportuno ricordare che non esiste una forma di mutuo più conveniente o economica rispetto ad un’altra, quanto la scelta si basa sulle condizioni che i tassi offrono in base alle proprie esigenze e alle proprie possibilità.

Attualmente il mutuo che si accende più di frequente è quello a tasso variabile, considerando i bassi tassi che hanno raggiunto il minimo storico. Ma si tratta di una situazione che non durerà a lungo e che quando cambierà creerà non pochi cambiamenti nello scenario del mercato immobiliare.

Si potrebbe optare per il tasso variabile se si è in grado di sostenere una rata che da un momento all’altro potrebbe subire un aumento del 40-50%, cioè toccare anche un un aumento di 200 euro al mese ed è comunque consigliabile su durate di finanziamento non eccessivamente lunghe (15 anni).

Se, invece, si vuol rimanere sempre sul sicuro la scelta migliore è quella del tasso fisso che farà pagare la stessa rata per tutta la durata del finanziamento indipendentemente dal variare del tasso.

Sebbene, secondo le ultime elaborazioni di Banca d’Italia e Mutuionline, coloro che hanno sottoscritto un mutuo variabile di 100.000 euro a partire dal 2005 fino ad oggi hanno risparmiato sul pagamento della rata, se si vogliono fare sonni tranquilli è bene sottoscrivere sempre un tasso fisso soprattutto per le durate di finanziamento lunghe e soprattutto per chi si indebita particolarmente per le proprie possibilità. Se, comunque, si ha a disposizione abbastanza liquidità, è consigliabile, per chi può, estinguere il mutuo in corso.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il