BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spagna declassata da S&P dopo Grecia e Portogallo: la situazione e i rischi

S&P taglia il merito di credito della Spagna. Un nuovo caso dopo la Grecia?



Standard & Poor's taglia il merito di credito della Spagna portandolo ad AA dal precedente AA+. Così dopo Grecia e Portogallo anche l’ex floridissima Spagna è stata declassata e le prospettive sono tutt’altro che positive “Le previsioni macroeconomiche nel medio e lungo termine vivranno, infatti, un momento stagnazione che durerà più di quanto avevamo previsto in precedenza”.

E i dati parlano chiaro: il Pil spagnolo dovrebbe passare dall'1% annuo tra il 2010 al 2016 allo 0,7%. Questo andamento si traduce in una minor crescita che significa entrate ridotte e maggiori difficoltà future per il governo spagnolo di rimborsare il proprio debito. In virtù di questa situazione, il ministro dell'Economia spagnolo, Jose Manuel Campa, mira a “rafforzare le misure di medio-lungo periodo per la crescita.

Questo è lo scopo principale perchè di fatto la revisione del rating non mette in dubbio la nostra volontà di ridurre il deficit”. A pesare sul paese iberico è stata soprattutto la scarsa competitività sui mercati internazionali, l´indebitamento privato e la rigidità del mercato del lavoro. Non si è fatta chiaramente attendere la reazione sul mercato dei cambi, con l'euro sceso a 1,3122 dollari, ai minimi di un anno nei confronti del dollaro nel mercato dei credit default swap.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il