BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Borsa e azioni: previsioni per l'estate e l'autunno 2010 in Italia, Europa e Stati Uniti

Le previsioni di Borse e azioni nei prossimi mesi di maggio, giugno, luglio 2010.



“I segnali positivi non mancano. La politica monetaria e gli stimoli all’economia stanno producendo qualche risultato, inoltre su scala europea c’è un ritorno a operazioni di fusioni e acquisizioni realizzate a multipli ragionevoli. Un rialzo moderato, del 4-5% rispetto ai valori di inizio anno, mi sembra una possibilità reale”.

Parla così Marco Capurro, gestore del fondo Carige Azionario Italia di Carige sgr, puntando l’attenzione sull’andamento dei mercati. Secondo Capurro, l’unica cosa che potrebbe compromettere questo andamento è il debito sovrano dei paesi dell’Europa mediterranea, a cominciare dalla Grecia e gli elementi positivi che potrebbero invece spingere i listini consistono in un miglioramento dei dati occupazionali, perché comporterebbero una crescita della capacità di spesa delle famiglie.

Mentre Piazza Affari difficilmente potrebbe battere le piazze finanziarie europee, perchè il grosso della capitalizzazione si concentra su pochi titoli e il peso del settore bancario, tuttora in difficoltà, penalizza il mercato nel suo insieme, Wall Street continua a resistere.

Ne sono un esempio i profitti resi noti del primo trimestre 2010, che nella maggior parte dei casi hanno battuto le aspettative del mercato: l'85% delle aziende quotate che hanno già annunciato i risultati ha superato del 35% le stime degli analisti, un vero record. Ma se davvero il peggio è passato in termini di disoccupazione e crisi immobiliare, la gente riprenderà a spendere con più fiducia e ciò significa che a beneficiarne saranno i business più colpiti dalla recessione e dalla crisi. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il